Bite of the Black Widow - Northrop's P-61

Nel mezzo di una pattuglia tranquilla, il silenzio è stato improvvisamente rotto quando il controllo ha comunicato via radio che aveva rilevato un intruso che si avvicinava direttamente al P-61 del tenente Dale Haberman.



Durante la prima guerra mondiale, gli aerei militari condussero operazioni principalmente nelle ore diurne, a parte i bombardamenti notturni da parte dei tedeschi e in seguito di inglesi e francesi. All'inizio della seconda guerra mondiale, la Luftwaffe e la Royal Air Force trovavano così costoso bombardare obiettivi nemici durante il giorno che alla fine del 1940 volavano la maggior parte delle loro missioni di bombardamento di notte. Per contrastare questo, i difensori di entrambe le parti hanno perfezionato il radar di intercettazione aereo che ha reso i combattimenti notturni più pratici e rimosso la coperta di sicurezza fornita dall'oscurità. Sia la Germania che la Gran Bretagna hanno aperto la strada allo sviluppo di tattiche di combattimento notturno e radar.



Quando gli Stati Uniti entrarono in guerra nel dicembre 1941, le ruote erano già in movimento per la produzione di un caccia notturno americano specializzato per tutte le stagioni. Northrop ha vinto il contratto per quello che sarebbe diventato il P-61 Black Widow, il primo aereo progettato da zero per questo compito. Si ritaglierebbe una reputazione ampiamente temuta con gli equipaggi giapponesi e della Luftwaffe che volavano in missioni notturne. Il morso letale della vedova poteva rivaleggiare con qualsiasi cosa il nemico avesse da offrire. Era irto di quattro cannoni da 20 mm nel ventre e una torretta dorsale che conteneva quattro mitragliatrici calibro 50 (alcuni dei primi modelli erano prodotti senza torretta dorsale perché la produzione di massa del Boeing B-29 Superfortress si stava esaurendo la maggior parte della produzione della torretta).

Questo P-61A in una delle prime mimetiche Olive Drab e Grey, sarebbe andato a unirsi al 419th Night Fighter Squadron che è stato schierato nel Pacifico meridionale nel febbraio 1943. (Archivi nazionali)
Questo P-61A in una delle prime mimetiche Olive Drab e Grey, sarebbe andato a unirsi al 419th Night Fighter Squadron che è stato schierato nel Pacifico meridionale nel febbraio 1943. (Archivi nazionali)



Anche nei primi anni '40, un velivolo sofisticato come il P-61 non poteva essere progettato, testato e reso operativo in pochi mesi. I primi P-61 non raggiunsero le aree avanzate del Pacifico fino alla fine di giugno 1944. Di conseguenza, lo straordinario record della vedova nera fu compilato in poco più di un anno.

Il 6 ° Night Fighter Squadron è stato il primo a ricevere il nuovo velivolo. Lo squadrone aveva già assistito al combattimento nel Pacifico, pilotando il Douglas P-70, un caccia notturno sviluppato dall'A-20 Havoc. All'inizio di marzo 1944, il 6 fu ritirato alle Hawaii per prepararsi alla consegna del nuovo caccia notturno, che iniziò ad arrivare all'inizio di maggio. Poco tempo dopo, lo squadrone fu controllato ei suoi piloti iniziarono il lungo volo verso Saipan. Saltarono da un'isola all'altra da John Rogers Field alle Hawaii a Palmyra Island, a Canton Island e poi a Tarawa. Da lì hanno colpito Kwajalein, Eniwetok e infine Saipan. Poiché Saipan è stata costantemente attaccata di notte dai bombardieri giapponesi, c'era pochissimo tempo perché il 6 ° si aggiustasse. I suoi equipaggi furono quasi immediatamente gettati in impegnative pattuglie notturne.

Una delle prime vedove nere ad arrivare su Saipan. Questo P-61A
Una delle prime vedove nere ad arrivare su Saipan. Questo P-61A 'Midnight Mickey' del 6 ° Night Fighter Squadron Saipan, ha un serbatoio di carburante a lungo raggio in posizione se la sua torretta dorsale. (Archivi nazionali)



Due equipaggi del P-61 nel Pacifico hanno concluso il loro tour con quattro uccisioni confermate e un equipaggio è diventato un asso. Uno dei quattro equipaggi vittoriosi, il tenente Dale Haberman e il suo operatore radio (R / O), il tenente Ray Mooney, ha pilotato un primo modello P-61A denominatoMoonhappycon il 6 ° NFS. La notte del 30 giugno 1944, pochi giorni dopo che il 6 era entrato in funzione su Saipan, incontrarono un bombardiere Mitsubishi G4M2 Betty scortato da un caccia giapponese, molto probabilmente un Mitsubishi A6M5 Zero. Ciò che ha reso questo confronto particolarmente drammatico è stato il fatto che gli scambi intercom tra Haberman e Mooney sono stati ritrasmessi alla base durante lo straziante duello, e l'azione in corso ha attirato una folla di ascoltatori.

Nel mezzo di una pattuglia tranquilla, il silenzio è stato improvvisamente rotto quando il controllo ha comunicato via radio che aveva rilevato un intruso che si avvicinava direttamente al P-61 del tenente Haberman. Ovviamente il pilota nemico non aveva idea della trappola che lo aspettava quando la Vedova Nera iniziò a prepararsi per l'uccisione. Rimanendo al di sotto della traiettoria di volo di Betty in avvicinamento fino a quando non è passata sopra di loro, Haberman è andato a piena potenza e ha fatto un 180 straziante per entrare dietro il bombardiere nemico, che era diretto direttamente a Saipan e ai suoi aeroporti.

Mentre si chiudevano sull'immagine radar, il tenente Mooney disse ad Haberman di rallentare leggermente perché il singolo bersaglio era improvvisamente diventato due, uno dei quali era un caccia giapponese nascosto vicino al bombardiere. Gli aerei nemici salirono a 17.000 piedi, ancora ignari del caccia notturno che si chiudeva dalla loro posizione delle 6. Quando il divario si è ridotto a circa 700 piedi, Mooney ha detto ad Haberman di iniziare a sparare, e prima che potesse finire la sua frase i quattro 20mm si sono aperti con un rombo assordante mentre il P-61 ha continuato a chiudersi. I colpi di cannone percorsero tutta la fusoliera della sfortunata Betty, che immediatamente scoppiò in fiamme, abbassò bruscamente il naso e precipitò direttamente in acqua.

Haberman e Mooney avevano segnato la prima vittoria del P-61 nel teatro del Pacifico. La lotta era tutt'altro che finita, tuttavia, poiché l'unico combattente giapponese si era spostato di lato e si era allentato dietroMoonhappy. Sebbene i caccia notturni non usassero colpi traccianti per una buona ragione, il pilota da caccia nemico era probabilmente stato in grado di vedere il fuoco proveniente dai barili da 20 mm mentre Haberman incendiava la Betty. Da lì, si è spostato sul retro del P-61.

1 Il tenente Dale Haberman mostra la bandiera giapponese che segna la prima vittoria che lui e il suo operatore radar il tenente Ray Mooney hanno avuto il 30 giugno 1944, la prima in assoluto per il P-61. (Archivi nazionali)
1 Il tenente Dale Haberman mostra la bandiera giapponese che segna la prima vittoria che lui e il suo operatore radar il tenente Ray Mooney hanno avuto il 30 giugno 1944, la prima in assoluto per il P-61. (Archivi nazionali)

Non ci volle molto a Mooney per capire dove fosse andato il secondo aereo nemico. Gridò: Attento Hap! C'è un combattente giapponese alle nostre calcagna! Gli ascoltatori alle operazioni di squadrone furono incantati dal silenzio che seguì. Nell'intervallo il combattente nemico ha sparato una raffica che ha mancato di gran lunga. Una volta avvertito del pericolo, Haberman lasciò cadere la sua ala di sinistra con il muso del P-61 puntato verso il basso con un angolo ripido, dirigendosi verso il ponte a tutto gas. Mentre precipitava, diede un calcio ai timoni, agendo in modo evasivo per assicurarsi che lo spauracchio non fosse ancora sulla sua coda.

A circa 1.200 piedi sopra l'acqua, Haberman si stabilizzò, mantenendo comunque la massima velocità. Quindi ha fatto una rapida svolta, sperando di tornare indietro e ottenere un blocco radar sull'aereo nemico, ma non si è verificato nulla. Il combattente era scomparso nella notte. È stato un incidente insolito: la Betty probabilmente aveva servito come occhi e orecchie del combattente, ed è per questo che era stato nascosto così vicino, facendo solo un segnale sullo schermo del radar.

Nella notte di Natale del 1944, i giapponesi intensificarono i loro attacchi notturni contro Saipan. Lo squadrone ha intercettato molti dei predoni e ne ha abbattuti diversi. Il tenente Robert L. Ferguson, un pilota del 6 °, stava volando nel suo P-61A-5 assegnatoLa Vergine Vedova. Ricordava vividamente quella missione, durante la quale la sua vedova nera fece un'uccisione spettacolare: ci arrampicammo a 2200 ore e non ci volle molto per prendere il volo perché la nostra attrezzatura - maschere di ossigeno, elmetti e paracadute - era già nella cabina di pilotaggio, e quando fummo lasciati sulla linea di volo, il capo dell'equipaggio era pronto a legarci e per 2204 ore eravamo in volo. Il controllo ci ha diretti abbastanza vicini da ottenere un contatto radar a sette miglia. Siamo stati attratti sempre più in basso e alla fine, a 1.500 piedi, ho pensato che stavamo seguendo una nave di superficie e non volevamo volare in acqua. Questo tipo di intercettazione è avvenuto molte volte e abbiamo dovuto controllare tutti perché a volte i bombardieri giapponesi entravano proprio sopra l'acqua.

Con l'attività nemica insolitamente alta, non ci volle molto perché il controllo trasmettesse via radio un altro contatto con i membri dell'equipaggio del P-61. È stato detto loro di virare di 180 gradi, con lo spauracchio di 45 miglia che volava a 10.000 piedi. In pochi minuti, l'altitudine dell'intruso è aumentata e il controllo ha detto loro di spostarsi fino a 15.000 piedi. A questo punto la R / O aveva un contatto a cinque miglia, con l'obiettivo leggermente sopra di loro. La velocità di sorpasso era di 40 mph. Quando la portata è scesa a 2.500 piedi, il tenente Ferguson ha abbassato i flap e ridotto la velocità di almeno 50 mph per poter entrare da dietro nel punto cieco del bogey. Senza preavviso, tuttavia, l'obiettivo iniziò ad accelerare.

La mia chiusura è stata persa quando ha iniziato ad allontanarsi, ha detto Ferguson, quindi ho tirato i lembi e questo mi ha dato una spinta che ci ha sistemati dietro a circa 1.200 piedi, dove sono stato in grado di ottenere una visuale. Ho continuato a chiudermi a 300 piedi, dove l'ho identificato positivamente come un bombardiere Mitsubishi Betty, che era molto veloce [280 mph] con una lunga autonomia di oltre 2.500 miglia. Mi sono spostato direttamente dietro e all'altezza di lui prima di sparare una breve raffica nel suo motore di sinistra e nella parte anteriore della sua fusoliera. Pochi secondi dopo, ho osservato una piccola esplosione nella fusoliera, che si è rapidamente trasformata in un bagliore rosso quando il fuoco si è diffuso appena dietro la radice dell'ala e la velocità della Betty è diminuita bruscamente, costringendomi a fare una brusca virata a sinistra mentre strozzavo indietro per evitare un overshoot. Ci siamo avvicinati al bombardiere colpito, indietreggiando gradualmente per cercare di seguirlo per un'altra raffica di 20 mm. Ho fatto qualche colpo e il muso è caduto e ormai l'intero aereo era avvolto dalle fiamme. È andato dritto nell'oceano ed è esploso all'impatto.

Il tenente Ferguson ricevette un altro vettore che si rivelò essere un velivolo di superficie, così tornò a Saipan e atterrò alle 0240. Il capo dell'equipaggio confermò che avevano speso un totale di 100 colpi da 20 mm con tutti e quattro i cannoni che sparavano.La Vergine Vedovanon era più vergine, e il giorno dopo il sergente Miozzi, capo equipaggio di Ferguson e artista della squadriglia, dipinse un anello nuziale sulla mano sinistra della vedova.

Il capocannoniere quella notte di Natale è statoMoonhappy. Il tenente Haberman decollò per la sua pattuglia nel 2000. Durante le due ore e 20 minuti seguenti, a lui e al suo equipaggio sarebbe stata attribuita una doppia uccisione: due bombardieri Betty. In direzione del loro controllore (Coral Base), hanno impostato un'orbita a otto a nord di Saipan ad un'altitudine di 15.000 piedi. La pattuglia è iniziata senza incidenti, senza spauracchi che apparivano sul radar del controllo. Poi la Coral Base ha chiamato per dire che stavano ottenendo molta neve sul loro schermo e alcuni segnali acustici che indicavano diversi intrusi diretti verso l'isola. Haberman fu indirizzato verso quello più vicino a lui e, a cinque miglia, il tenente Mooney lo raccolse sul suo cannocchiale. Questo si è rivelato leggermente diverso, poiché sembrava essere in orbita.

Alla fine, dopo pochi minuti, lo spauracchio si raddrizzò e si diresse a nord.Moonhappyha dato la caccia e rapidamente ha ridotto il divario. L'intruso si è dimostrato molto al di sotto di loro, quindi Haberman ha interrotto l'alimentazione ed è sceso a 9.000 piedi, mettendoMoonhappyin posizione di chiusura da dietro alla stessa quota. Il cannoniere, il soldato Patrick Farrelly, ha ottenuto una visuale da circa 2.000 piedi e dopo pochi secondi gli americani erano abbastanza vicini da vedere che avevano intercettato una Betty che non era a conoscenza della loro presenza. A partire da 1.500 piedi, la Vedova Nera ha sparato brevi raffiche mentre si avvicinava a 700 piedi. Alcuni colpi hanno colpito il bersaglio, costringendo il pilota nemico a compiere alcune manovre drastiche nel tentativo di scuotere il combattente notturno. Haberman è rimasto concentrato e si è aggrappato alla coda della Betty, continuando a pompare pantaloncini nella radice delle sue ali e nella fusoliera.

Haberman ha ricordato cosa è successo in questa fase dell'inseguimento: mentre il bombardiere nemico ha fatto virate violente per cercare di allontanarsi dalle mie pistole, sono rimasto vicino e ho continuato a peparlo dappertutto. A quel punto, il pilota della Betty lo mise in una leggera picchiata e evidentemente lo aveva a tutto gas perché stavamo raggiungendo velocità di 320 mph o superiore. Poi è rotolato a sinistra in uno squilibrio di split-S e ha puntato verso il basso con le fiamme che uscivano dalla sua ala destra e dal motore destro. Per alcuni istanti, abbiamo perso la vista sul bersaglio a circa 6.000 piedi mentre attraversava alcune nuvole sottili completamente fuori controllo. È stato conteggiato come un'uccisione perché non è possibile che l'aereo si sia ritirato e probabilmente è caduto in acqua in pezzi sparsi. Ma non abbiamo avuto molte possibilità di riprendere fiato.

Pochi istanti dopo, il tenente Mooney ha avuto un altro blip sul suo mirino di intercettazione aerea (AI). Il secondo spauracchio era a sole due miglia di distanza, quindi il suo pilota aveva probabilmente visto la palla di fuoco della prima uccisione di Haberman. È una meraviglia che qualcuno dei bombardieri giapponesi sia rimasto nell'area se fosse in contatto radio tra loro, dal momento che l'aereo del 6 ° ha effettuato diverse uccisioni in un breve periodo di tempo.

Moonhappychiuse molto velocemente con il secondo intruso, che era in basso, a circa 4.500 piedi. La luna era ben posizionata, quindi i membri dell'equipaggio sono stati in grado di effettuare un'identificazione visiva a 2.500 piedi dal bersaglio. Quando si furono avvicinati a 700 piedi, Haberman si aprì con tutto ciò che aveva. I colpi di tutti e otto i cannoni hanno messo tra parentesi il bombardiere ed è esploso violentemente. Non c'era tempo per reagire primaMoonhappyguadato tra i detriti sparsi. Fortunatamente per l'equipaggio, l'unico danno arrecato al P-61 è stato al cofano sinistro. Questa volta gli americani sono stati in grado di seguire il relitto in fiamme fino all'acqua. A questo punto erano a 160 miglia da Saipan, ma non ebbero problemi a tornare sani e salvi alla base. Avevano bruciato 550 galloni di carburante durante la missione e sparato 327 colpi da 20 mm e 525 colpi di calibro .50. Era stata una delle pattuglie di guerra più gratificanti del 6 ° squadrone.

Il 548 ° Night Fighter Squadron non ricevette le sue vedove nere fino al settembre 1944. La prima incursione dell'unità nelle aree avanzate fu su Saipan, e da lì volò fuori da Iwo Jima e Ie Shima prima della fine della guerra. L'aereo del 548 ° aveva alcuni dei musi più elaborati di qualsiasi unità da caccia notturna. Sebbene il tour di combattimento dello squadrone non sia durato a lungo, gli sono state attribuite cinque vittorie. Uno dei suoi equipaggi, il pilota capitano James W.Bradford e il tenente R / O Lawrence Lunt, ha dichiarato un'uccisione inMidnite Madnessil 24 giugno 1945.

Il capitano Bradford ha ricordato quella missione: eravamo in volo alle 1835, il che ci ha permesso di alzarci al crepuscolo. Era stata una pattuglia tranquilla e sembrava che non ci sarebbe stata alcuna azione quando abbiamo ricevuto una chiamata dal controllo alle 21.20. Avevano appena individuato un possibile spauracchio che entrava nella nostra area a 20.000 piedi e 30 miglia a sud-ovest di Point Charley. Ho subito iniziato una salita fino a 23.000 piedi mentre ci dirigevamo in quella direzione. Il tenente Lunt ha rilevato il contatto dell'IA a una distanza di otto miglia e cinque gradi sopra e avrebbe controllato l'intercettazione finché non fossimo stati abbastanza vicini da ottenere un'identificazione visiva positiva. In questa missione avevamo il nostro artigliere, il sergente maggiore. Reno Sukow, con noi, che ci ha dato un altro paio di occhi. I nostri serbatoi esterni erano quasi asciutti, quindi li abbiamo lasciati cadere per darci più velocità e manovrabilità. Il nostro controllo a terra ci ha fornito un vettore che avrebbe raggiunto l'intruso nel più breve periodo di tempo.

La chiusura è stata rapida e il bogey ha mantenuto una velocità costante senza alcuna azione evasiva, quindi non aveva idea di cosa stesse arrivando da dietro. Il sergente Sukow era appollaiato nello scompartimento del cannoniere con un binocolo notturno, e questo gli ha permesso di ottenere una visuale a 7.000 piedi fuori. Mi ha parlato mentre chiudevamo, ea 2.000 piedi ho potuto vedere l'aereo nemico ed era un bombardiere Betty. Da quel momento in poi, è stato facile rintracciarlo perché avevamo la luna piena e stavo attento a chiudermi dietro e sotto, quindi eravamo nel loro punto cieco. Mi misi in posizione per sparare una breve raffica a circa 700 piedi e non sembrava avere alcun effetto sul bombardiere nemico. Una lunga raffica di secondi converse sul suo motore di babordo e immediatamente scoppiò in fiamme, che si propagarono rapidamente alla fusoliera. In quel bagliore, abbiamo visto il grande sole nascente dipinto sul lato.

Il turno di notte. L
Il turno di notte. L'equipaggio di 'Midnight Mickey' si prepara per un'altra missione, East Field, Saipan, settembre 1944 (Archivi nazionali)

Bradford ha sparato una terza raffica che ha amplificato le fiamme già iniziando a inghiottire la fusoliera. La Betty si è poi trasformata in una leggera planata a sinistra, ancora seguita da vicino dalla Vedova Nera. All'inizio il pilota nemico sembrava avere un buon controllo del suo aereo anche se il fuoco lo stava consumando, ma poi il muso è caduto e ha perso circa 5.000 piedi di altitudine. All'improvviso la Betty esplose in un'enorme palla di fuoco. Grandi pezzi dell'aereo caddero direttamente nell'oceano, dove continuò a bruciare finché l'acqua non lo estinse.Midnite Madnessindugiò brevemente a 1.500 piedi finché il tenente Lunt non raccolse alcuni ritorni sul suo cannocchiale, che si rivelò essere una finestra (pula) che era stata dispersa dal bombardiere condannato. Nel rapporto finale su questa uccisione, è stato notato che la missione aveva consumato 660 galloni di benzina e 600 colpi da 20 mm.

Lady in the Dark, un altro P-61 del 548 ° NFS, era una delle vedove nere più fotografate nel teatro del Pacifico. Il capitano Lee Kendall lo eraLady in the DarkPilota assegnato. Quello che ha fatto questa Vedova Nera alla fine della guerra era quasi incredibile: ha segnato le ultime due uccisioni della seconda guerra mondiale, una l'ultima notte e una quasi 24 ore dopo che le ostilità erano ufficialmente terminate, senza sparare un colpo!

La notte del 14 agosto 1945,Signoraè stato pilotato da un altro equipaggio e in un inseguimento a bassa quota quando il caccia nemico ha colpito l'acqua ed è esploso senza che fosse sparato un solo colpo. La guerra finì alle 24:00 quella notte, ma rimaneva la possibilità di attacchi kamikaze notturni contro gli aeroporti americani. Pertanto, i P-61 sono rimasti in allerta.

La sera seguente, il capitano Kendall decollò alle 1910 per una pattuglia di routine. Meno di un'ora dopo il controllore ha detto che aveva un possibile spauracchio in arrivo verso il P-61 a un'altitudine di 4.500 piedi. Il contatto è stato stabilito rapidamente e l'osservatore radar di Kendall ha rilevato più volte la finestra, il che significava che l'intruso stava usando tattiche difensive mentre si avvicinava a Ie Shima. Quando la Vedova Nera si chiudeva, l'intruso fece alcune svolte difficili nel tentativo di scuotere qualsiasi inseguimento.

Kendall ha ricordato l'inseguimento: avvicinarsi abbastanza per un'identificazione positiva si è rivelato difficile. Stava intraprendendo violente azioni evasive e facendo cadere la finestra, che era costituita da fasci di strisce di carta stagnola simili ad orpelli progettate per confondere il nostro radar. Questo ragazzo sapeva che eravamo dietro di lui, ma non ho idea di come lo sapesse. Il mio R / O, il tenente Scheerer, mi stava parlando più vicino a circa 800 piedi quando all'improvviso il finestrino del pilota sul lato sinistro si è spalancato e il flusso d'aria ha soffocato le comunicazioni con lui. Giù così basso a una velocità così alta e non essere in grado di capire il mio osservatore era molto malsano.

Ho dovuto fare marcia indietro, chiudere la finestra e poi rimetterlo in contatto con lui. Nel frattempo ho perso il contatto con lo spauracchio, ma l'ho ripreso velocemente e sono riuscito a riavvicinarsi nonostante le sue mosse difensive. Avevo un occhio sul mio obiettivo e un occhio sul mio altimetro. Improvvisamente la finestra si è spalancata di nuovo e ancora una volta l'ho richiusa, e quando l'ho preso in braccio per la terza volta è successa di nuovo la stessa cosa! Indipendentemente da ciò, l'ho seguito per la quarta volta e il controllo mi ha dato il permesso di abbatterlo anche se non avevamo un'identificazione positiva.

Kendall si bloccò di nuovo e pochi secondi dopo lo spauracchio scomparve completamente dal mirino e non fu più rilevata alcuna finestra. Secondo i testimoni a terra, l'intruso si è schiantato e i detriti sono stati sparsi su una vasta area. Era stato un combattente di Nakajima Ki.44 Tojo che probabilmente non stava andando bene.Lady in the Darkgli aveva impedito di svolgere la sua missione, ammesso che ne avesse una. Questo non è stato elencato come un'uccisione ufficiale perché la guerra era già finita. Ma resta il fatto che una vedova nera aveva effettuato le ultime due uccisioni della seconda guerra mondiale senza sparare.

Warren Thompson raccoglie materiale da 40 anni su tutti gli aspetti dell'aviazione militare dal 1937 ad oggi. Ha trascorso più di 10 anni a ricercare e contattare i piloti di caccia notturni della seconda guerra mondiale, ottenendo numerosi articoli e due libri,Unità P-61 Black Widow nella seconda guerra mondialeeP-61 Black Widow, che raccomanda per ulteriori letture.

Originariamente pubblicato nel numero di novembre 2008 diStoria dell'aviazione.Iscriviti qui!

Messaggi Popolari

Raccomandazioni per Books on the Moors?

Potresti dirmi i nomi di alcuni bei libri di storia che parlano dei Mori? Sono interessato a imparare come i mori e i musulmani

Differenza tra sistema circolatorio aperto e chiuso

Sistema circolatorio aperto vs sistema circolatorio chiuso La circolazione sanguigna è tra le cose importanti che dobbiamo sapere quando parliamo di come funziona il nostro corpo.

Hollywood e Drones: The Forgotten Connection

L'attore Reginald Denny è stato determinante nel lancio del drone bersaglio e la sua fabbrica ha lanciato una nuova stella. Sistemi aerei senza pilota (UAS), meglio conosciuti come

Differenza tra DVI e RGB

DVI vs RGB Nella ricerca della migliore esperienza multimediale, gli spettatori di film e i fanatici dei media sono sempre alla ricerca di video migliori, media migliori

Differenza tra Samsung Wave II e Apple iPhone 4

Samsung Wave II vs Apple iPhone 4 Al giorno d'oggi, ci sono alcuni sistemi operativi che ci aspettiamo quando parliamo di smartphone. C'è Android, iOS,

Differenza tra idolo ed eroe

Idol vs Hero C'è qualche differenza tra un eroe e un idolo? La maggior parte delle persone pensa che sia 'eroe' che 'idolo' siano usati nello stesso contesto. Ma il fatto è