Differenza tra piante vascolari e non vascolari

640px-Calystegia_soldanella_060524wb

Le piante del regno sono classificate di solito sulla base di due fattori. Il primo èFioritura,e il secondo èVascolarizzazione. Le piante non fiorite sono le Cryptogams (Thallophytes, Byophytes e Pteridophytes) e le piante da fiore sono le Fanerogame (Gimnosperme e Angiosperme). Sulla base di quest'ultimo fattore, le piante possono essere suddivise inNon vascolareeVascolareimpianti.



Le piante che consistono in tessuti tubolari separati come Xylem e Phloem per trasportare cibo, minerali e acqua sono chiamate piante vascolari e quelle che non mostrano questo tipo di differenziazione del tessuto sono chiamate piante non vascolari. Sebbene i loro cicli di vita siano divisi tra generazioni Gametophytic e Sporophytic, questi due gruppi di piante sono diversi in molti modi. Le seguenti sono alcune delle differenze tra piante vascolari e non vascolari.



Habitat:Le piante non vascolari richiedono acqua per completare il loro ciclo di vita e, quindi, richiedono ambienti umidi, ombreggiati e umidi per la sopravvivenza. Queste piante non possono controllare il contenuto di acqua nel loro cellule e tessuti e inoltre non possono vivere in un habitat che è scarso in acqua. Tuttavia, come adattamento a questa carenza, le piante non vascolari sono poichiloidriche, cioè possono sopportare la disidratazione e possono recuperare senza alcun danno ai loro tessuti.

Le piante vascolari, d'altra parte, possono sopravvivere in un'ampia varietà di habitat e possono controllare i livelli dell'acqua nei loro tessuti (omoioidria). La loro capacità di tollerare l'essiccazione è piuttosto bassa rispetto alle loro controparti.



Ciclo vitale:Mentre lo sporofito diploide è un dominante fase nelle piante vascolari, la fase gametofitica aploide è più prominente nelle piante non vascolari.

Morfologia:Le piante vascolari sono piante alte. La presenza di tessuto lignificato specializzato per il trasporto di cibo (Floema) e acqua (Xylem) ne facilita il trasporto ad una distanza maggiore. Tuttavia, le piante non vascolari sono considerevolmente piccole; la mancanza di vascolarizzazione rende il corto lunghezza più favorevoli alla loro sopravvivenza.

Anatomia: La divisione del lavoro è una caratteristica importante e più pronunciata delle piante vascolari. La disposizione del tessuto vascolare in queste piante è complessa e talvolta caratteristica di alcune famiglie di piante. Le piante non vascolari sono molto più semplici nella loro disposizione cellulare.



  • Le foglie: Le piante non vascolari non hanno foglie vere. Le strutture fotosintetiche simili a foglie sono semplici superfici piatte contenenti clorofilla contenenti un singolo strato di cellule. Il cibo fotosintetizzato in queste strutture simili a foglie viene inviato direttamente da una cellula all'altra. Questo meccanismo di trasporto non è abbastanza competente per trasportare il cibo ai tessuti lontani. Le piante vascolari hanno una struttura fogliare complessa. Sono multistrato e contengono diversi tipi di file cellule con diverse funzioni. Questi sono rivestiti con uno strato ceroso chiamato cuticola, che impedisce l'essiccazione. Gli stomi nell'epidermide (lo strato cellulare più esterno delle foglie) controllano la traspirazione. All'interno del parenchima contenente clorofilla, è incorporato il tessuto vascolare, che trasporta il cibo sintetizzato dalle foglie alle altre parti.
  • Stelo: Il vero fusto è assente nelle piante non vascolari. D'altra parte, il fusto tra le piante vascolari è multistrato. Lo strato più esterno aiuta nella protezione, nello scambio di gas e talvolta nella fotosintesi nelle piante più giovani. Tuttavia, nelle piante legnose, lo strato più esterno è la corteccia e la maggior parte è costituita da tessuto non vivente. Lo strato sottostante è costituito da parenchima. Il tessuto più interno è il tessuto vascolare che, oltre a facilitare il trasporto del cibo, fornisce supporto scheletrico.
  • Radice: Le radici nelle piante non vascolari sono semplici filamenti unicellulari o multicellulari che ancorano il corpo della pianta nel terreno. L'apparato radicale nelle piante vascolari è complesso come lo stelo e più o meno strutturalmente simile allo stelo.

Il tessuto vascolare, chiamato anche stele, mostra diversi tipi di disposizioni nelle radici e negli steli di queste piante. Le piante vascolari inferiori hanno un protostele (tipi: aplostele, actinostele, plectostele), mentre quelle superiori hanno un sifonostele (tipi: solenostele, dictyostele ed eustele). Quest'ultimo mostra la presenza di parenchima all'interno di uno strato di xilema, mentre la presenza di xilema come tessuto più interno è una caratteristica del protostele.

Messaggi Popolari

Conversazione: Bob Dole, il gentiluomo del Kansas

Prima di guadagnare importanza politica, il senatore degli Stati Uniti in pensione ha combattuto con la 10a divisione da montagna durante la seconda guerra mondiale.

Differenza tra percorso assoluto e relativo

I collegamenti ipertestuali, comunemente indicati come 'collegamenti', sono ancora uno degli aspetti più importanti ed elemento fondamentale del World Wide Web. È la capacità di

Differenza tra mancini e destrimani

Mano sinistra vs mano destra Vi siete mai chiesti perché ci sono persone che preferiscono usare la mano destra, mentre altri preferiscono usare la mano sinistra? Ci sono ancora

Jeb Stuart: Immortal Confederate Cavalier

L'immagine iconica di Jeb Stuart come cavaliere esperto e fiammeggiante è stata sostenuta e lucidata da ammiratori autori e artisti

The Wanted - Intervista a Roger D. Carstens di NBC News

Roger D. Carstens, uno degli investigatori presenti su The Wanted, un programma di NBC News sul rintracciare i terroristi, parla dello spettacolo, di ciò che spera che realizzerà e di come lo abbia aiutato a trovare personalmente una chiusura.

Differenza tra serpenti e lucertole

Serpenti vs lucertole Serpenti e lucertole appartengono allo stesso ordine rettiliano ma hanno molte differenze. La prima differenza che si può vedere è che le lucertole