Murder, Mobs and the Marlow Brothers

I fratelli Marlow - da sinistra, George, Boone, Alfred (Alf), Llewellyn (Epp) e Charles (Charley) - fanno la loro opera nel 1880 con le loro cavalcature a Fort Sill, nel territorio indiano. (Foto per gentile concessione di Marlow Area Museum, Marlow, Okla.)
I fratelli Marlow - da sinistra, George, Boone, Alfred (Alf), Llewellyn (Epp) e Charles (Charley) - fanno la loro opera nel 1880 con le loro cavalcature a Fort Sill, nel territorio indiano. (Foto per gentile concessione di Marlow Area Museum, Marlow, Okla.)

'Questa è la prima volta negli annali della storia in cui prigionieri disarmati, incatenati insieme, hanno mai respinto una folla. Un coraggio così freddo che ha preferito combattere contro così grandi probabilità e morire, se non del tutto, in una battaglia gloriosa piuttosto che morire ignominiosamente da una folla frenetica merita di essere commemorato con canzoni e storie '
- Giudice Andrew Phelps McCormick, 18 aprile 1891



Una fredda luna splendette la sera tardi del 19 gennaio 1889, mentre due carri e un calesse attraversavano lentamente Dry Creek, due miglia a est di Graham, la sede della contea di Young, in Texas. Il carro di testa conteneva sei prigionieri, incatenati insieme a coppie, e una guardia, Phlete A. Martin. Il secondo vagone trasportava il vice maresciallo degli Stati Uniti Edward W. Johnson, tre guardie, armi e munizioni, mentre altre quattro guardie seguivano nel passeggino ea cavallo.



All'improvviso diverse figure mascherate si alzarono dai cespugli lungo la strada, un uomo che comandava: Fermati! Alzate le mani! Scivolando lontano dal carro in testa, Martin gridò: Eccoli, prendi tutti e sei i figli di puttana! Quello che seguì fu uno scontro a fuoco mortale tra una folla di vigilantes ei prigionieri - George, Charles, Alfred e Llewellyn Marlow e altri due - l'atto culminante in uno spettacolo di giustizia di frontiera che includeva disinformazione, persecuzione, politica, errori, attacchi di mafia, omicidio cause legali, un famoso Texas Ranger, un calmo legislatore del Colorado e la Corte Suprema degli Stati Uniti.

I Marlow erano una famiglia unita. Erano viaggiatori, al seguito del loro patriarca, il dottor Williamson Marlow, attraverso il Missouri, il territorio indiano (l'attuale Oklahoma), il Vecchio e il Nuovo Messico, il Colorado e il Texas, tenendo piccole mandrie di cavalli e bovini. Sebbene le voci suggerissero che avessero acquisito randagi dalle mandrie di altri, non è stata presentata alcuna accusa e la famiglia non ha causato problemi. L'anziano Marlow morì nel 1885 in Texas, lasciando la sua seconda moglie, Martha Jane, e i loro cinque figli più giovani sopravvissuti - George, Charles (Charley), Alfred (Alf), Boone e Llewellyn (Epp o Ellie) - a cercare un posto dove stabilirsi. I figli hanno lavorato nelle squadre di classificazione delle ferrovie e come agricoltori e gestori di bestiame. La famiglia non ha infastidito nessuno fino alla fine del 1885, quando Boone sparò e uccise il cowboy James Holston (o Holdson) a Vernon, in Texas, presumibilmente per legittima difesa. Sebbene un'udienza in tribunale avrebbe successivamente respinto le accuse di omicidio contro Boone per mancanza di prove, è fuggito in Colorado. La famiglia lo seguì, si unì a lui a Trinidad e più tardi quell'anno si trasferì nel Territorio indiano, dove sentirono che Boone poteva essere più al sicuro dal processo.

Dopo due anni tranquilli, nel 1888 i Marlow vivevano vicino ad Anadarko. George, Charley e Alf erano sposati, George e Charley con una figlia ciascuno. George, Epp e Boone stavano coltivando, mentre Charley e Alf lavoravano vicino a Fort Sill per un capo Kiowa di nome Sun Boy. A metà primavera George si recò nella zona di Gunnison in Colorado per visitare i suoi suoceri e il suo amico Cyrus Wells Doc Shores, lo sceriffo della contea e vice maresciallo degli Stati Uniti. Tutto era tranquillo fino ad agosto, quando lo sceriffo della contea di Las Animas William T. Burns a Trinidad ha inviato una lettera al vice maresciallo degli Stati Uniti Edward W. Johnson a Graham, in Texas, avvertendolo di cercare cinque fratelli Marlow che stanno cercando di farla franca con 40 testa di cavalli rubati da questo posto.



Johnson, un ufficiale delle forze dell'ordine in carriera che aveva perso il braccio destro in uno scontro a fuoco all'inizio dell'anno (vedi Gunfighters and Lawmen questo numero), era un personaggio molto enigmatico. Alcuni contemporanei lo hanno ritratto come un servitore intrigante dell'associazione dei bovari della zona, che cerca disperatamente di ingraziarsi perseguendo qualcuno per scoraggiare il fruscio. Altri lo hanno caratterizzato come un coraggioso difensore della legge. La verità è probabile tra questi estremi. Era infatti impiegato come detective di poligono dalla Stock-Raisers 'Association of North-West Texas (che in seguito divenne la Texas and Southwestern Cattle Raisers Association) oltre alla sua nomina a vice maresciallo degli Stati Uniti, un accordo non insolito all'epoca. .

Johnson avrebbe ricevuto un secondo messaggio dallo sceriffo Burns: ho scoperto di essermi sbagliato riguardo alle 40 teste di cavallo. Le parti che li possiedono da allora li hanno trovati. Si erano solo allontanati. Non è stata intrapresa alcuna azione su questo messaggio e c'è qualche dubbio che sia effettivamente esistito. Entrambe le lettere lasciano perplessi, poiché, ad eccezione di George, la famiglia non si trovava nell'area di Trinidad in Colorado da più di due anni. Johnson si diresse verso il territorio indiano con un piccolo gruppo ma tornò a mani vuote. Durante un viaggio di follow-up alla fine di agosto ha arrestato Charley, Alf, Boone ed Epp e li ha portati a Graham per l'accusa e il processo.

Al suo ritorno da Gunnison, George fu detenuto per diversi giorni a Fort Sill, su ordine di Johnson, poi rilasciato. Radunò il resto della famiglia e si diresse verso Graham per chiedere il rilascio dei suoi fratelli. La famiglia ha affittato una capanna dal ranch della zona Oscar G. Denson, ma quando George è andato in prigione il 6 ottobre per chiedere dei suoi quattro fratelli, è stato immediatamente arrestato e incarcerato con loro.



Nello stesso mese un gran giurì incriminò i fratelli per furto di cavalli da parte di tre indiani: un Caddo di nome Ba-Sinda-Bar, un Comanche di nome Black Crow e un Caddo di nome Washington. Nessuno di questi indiani viveva vicino a Trinidad e nessuno testimoniò contro i Marlow. Ba-Sinda-Bar ha detto alla giuria che non possedeva così tanti cavalli e che gli uomini di Marlow non rubano comunque i cavalli dell'uomo indiano, perché lui [i Marlow] hanno cavalli migliori che ottiene da qualche altra parte, ma l'uomo indiano pensa che questi uomini bianchi [intendendo Johnson ei suoi vice] rubano se l'uomo indiano non dorme con un occhio aperto. Anche così, i fratelli furono legati per il processo, fissato per il marzo 1889.

Dopo settimane infruttuose di tentativi di organizzare la cauzione per i suoi figli, madre Marlow ha convinto il suo padrone di casa a sostenerla, e alla fine di ottobre il tribunale ha rilasciato tutti i fratelli tranne Boone, che alla fine ha emesso la libertà su cauzione il 15 dicembre. Charley, Alf ed Epp andarono a lavorare per Denson e un vicino in attesa del processo. Tuttavia, non tutto era tranquillo. Mentre Johnson li trasportava a Graham, i fratelli avevano ripetutamente insistito di non aver mai avuto problemi con la legge, tranne Boone, che aveva ucciso quel cowboy per legittima difesa diversi anni prima. Mentre i fratelli erano in prigione, Johnson era andato a Vernon e aveva chiesto un mandato per l'arresto di Boone con l'accusa di omicidio. Il mandato è arrivato a metà dicembre. Con l'avvicinarsi del Natale, l'incubo dei Marlow stava per peggiorare molto.

Mentre la famiglia sentiva che il vice maresciallo degli Stati Uniti Johnson li stava perseguitando, avevano ricevuto un trattamento equo da Marion Wallace, lo sceriffo di Young County, che consideravano un amico. Wallace era universalmente apprezzato nella comunità ma non andava d'accordo con Johnson. Aveva avvertito i Marlow di stare attenti.



Il giorno dopo l'arrivo del mandato d'arresto di Boone, lo sceriffo Wallace e il suo vice, Tom Collier, si recarono alla capanna in affitto dei Marlows sul Denson. Sono arrivati ​​a mezzogiorno, proprio mentre la famiglia stava per cenare. Mentre Wallace si prendeva cura dei cavalli, Collier andò alla porta della capanna, dove lo incontrò Charley Marlow. Charley lo invitò a cena, ma Collier rifiutò, entrò, individuò Boone Marlow e disse: Sono venuto per te, Boone. Collier ha quindi estratto il revolver e ha sparato, ma ha mancato. Boone ha afferrato un Winchester e ha risposto al fuoco, sfiorando Collier e frantumando lo stipite della porta. Mentre Collier fuggiva, Boone si precipitò alla porta e, vedendo un movimento all'esterno, sparò un altro colpo.

Wallace, sentendo i primi spari, si era affrettato a girare l'angolo della cabina, e il secondo proiettile di Boone lo colpì al fianco, ferendo mortalmente lo sceriffo. Per un momento gli altri rimasero sbalorditi. Poi Charley ha chiesto a Collier di venire ad aiutare a curare Wallace, mentre Epp è andato in città a prendere un medico. Collier se ne andò dopo pochi minuti e iniziò immediatamente a distorcere gli eventi per farsi vedere meglio, dicendo che poteva essere stato Charley a sparare a Wallace, che Wallace era stato colpito mentre Collier era dietro la cabina, e che Wallace gli aveva detto di scappare. . In effetti, Wallace ha chiaramente identificato Boone come il tiratore del dottore durante il trattamento.

Collier tornò con una grande squadra e arrestò Charley; Epp era già in custodia a Graham. Boone era scappato prima dell'arrivo della banda, il che gli è valso una taglia sulla testa e ha innescato una massiccia caccia all'uomo. Sebbene George e Alf fossero a miglia di distanza al momento della sparatoria, anche loro furono arrestati e rinchiusi nella prigione di Graham. Tutti sono stati accusati di complicità nella sparatoria. La cauzione è stata fissata a $ 1.000 ciascuno, quindi sono rimasti in prigione con poche speranze di rilascio. Wallace ha ceduto alla ferita da arma da fuoco la vigilia di Natale e Collier è stato nominato sceriffo.

I quattro fratelli incarcerati erano in guai seri. Anche se Boone da solo aveva sparato e non aveva intenzione di uccidere lo sceriffo Wallace, i ragazzi sentirono parlare tra i loro carcerieri di piani per linciarli, e Graham aveva una storia di maltrattamenti ai suoi prigionieri. I Marlow pensavano di essere stati accusati di furto di cavalli e probabilmente sarebbero stati linciati o condannati per l'omicidio di Wallace da una cittadinanza ostile. A torto oa ragione, credevano che la loro migliore possibilità di sopravvivenza fosse la fuga, così ottennero un grosso coltello da un altro prigioniero e si fecero strada pazientemente attraverso il muro della loro cella. Il 14 gennaio 1889, raggiunsero la libertà e si avviarono verso le loro famiglie, ma furono rapidamente riconquistati. Collier portò prontamente i fratelli da un fabbro e li fece incatenare in coppia - George a Epp e Charley ad Alf - prima di riportarli in prigione sotto stretta sorveglianza.

La notizia del jailbreak si è diffusa rapidamente. Diverse persone, compresi alcuni deputati, hanno iniziato a sollecitare l'azione della folla. Alcuni cittadini hanno avvertito il vice maresciallo Johnson, ma ha ritenuto che Collier ei suoi sostituti avessero adeguatamente protetto la prigione. Poi, verso la mezzanotte del 17 gennaio, un corpo di uomini è entrato nell'edificio e il carceriere John Leavell li ha condotti alla cella dei prigionieri. La folla ha prima cercato di costringere i fratelli a lasciare la loro cella sotto la minaccia delle armi. Quando si rifiutarono, un giovane di nome Bob Hill si precipitò ad afferrare Charley, ma Charley lo picchiò. Cadendo all'indietro, Hill ha battuto la testa contro un muro e in seguito è morto per il suo infortunio. Altri vigilanti cercarono di trascinare i fratelli fuori dalla cella ma furono respinti da Alf, che si era armato di un tratto di tubo dell'acqua di piombo che un altro prigioniero aveva svitato dall'impianto idraulico. Alla fine la folla si arrese.

La mattina dopo la città si svegliò dicendo che una folla di 40 uomini, forse una banda di fuorilegge guidata da Boone, aveva cercato di salvare i Marlow, ma gli uomini di Collier li avevano fermati. Mentre ilGraham Leaderha riferito che nessuno della folla era stato riconosciuto, Charley, George e altri due prigionieri in seguito hanno testimoniato di conoscere almeno 10 degli uomini, comprese le guardie Eugene Logan e Dick Cook, il procuratore della contea Phlete Martin (un assassino condannato dalla Carolina del Nord), Sam Criswell e Frank Harmiston e quel carceriere Leavell avevano aiutato la mafia.

Una cittadina preoccupata di nome Marion Lasater ha esortato il vice maresciallo Johnson a proteggere i Marlow da ulteriori azioni della mafia, e Johnson ha telegrafato il maresciallo americano William Cabell a Dallas per un consiglio. Il 19 gennaio Cabell ordinò a Johnson di spostare i prigionieri a Weatherford, a circa 60 miglia a sud-est, dove avrebbero potuto essere tenuti in salvo fino al processo. Cabell ha anche incaricato Johnson di muoversi rapidamente e in assoluta segretezza.

Johnson ha deciso di spostare i prigionieri quella stessa notte. Ha organizzato per carri e guardie, tra cui diversi amici del defunto sceriffo, presumibilmente per impedire loro di organizzare un altro attacco. Le guardie erano Marion A. Little Marion Wallace (nipote dello sceriffo morto), Sam Wagoner, John Leavell, Sam Criswell, John B. Girand, Will Hollis, Eugene Logan e Phlete Martin. A tutti è stato detto di mantenere segreto il trasferimento, ma poiché almeno cinque di questi uomini erano membri della folla in prigione, la notizia del trasferimento si è diffusa rapidamente.

Quando Johnson ha comunicato ai Marlow l'ordine di trasferimento e ha identificato le sue guardie, i fratelli hanno ritenuto probabile un altro attacco. Mentre le guardie accompagnavano i Marlow e gli altri prigionieri Lewis Clift e William Burkhart verso i carri, una trentina di uomini si radunarono per guardare, ei ragazzi sapevano che la mossa non era più un segreto. Ci hai mentito, Ed, Charley ha accusato Johnson. Ci stai portando fuori per farci assalire di nuovo. Quando il maresciallo ha negato l'accusa, Charley ha chiesto: Se lo fanno, ci daresti delle pistole? Johnson ha risposto, sì, e morire con te se si arriva a questo.

La festa del trasferimento ha lasciato Graham alle 21:00. il 19 gennaio. Quando i carri raggiunsero Dry Creek, Johnson chiamò ad alta voce i suoi uomini a fermarsi per un drink, che i Marlow interpretarono come un segnale, e quando raggiunsero l'argine lontano, iniziò la lotta. I resoconti dello scontro sono diversi, ma quando Johnson ha visto le sue guardie fidate correre, ha capito di essere stato imbrogliato. I discendenti di Johnson affermano che abbia sparato il primo colpo, uccidendo uno della folla prima di prendere un proiettile attraverso la mano, il che ha reso indifeso il maresciallo con un braccio solo e lo ha spinto a cercare riparo.

I fratelli Marlow, Clift e Burkhart balzarono dal carro di testa, tornarono al secondo carro e si armarono. La loro situazione era disperata; incatenati insieme, non potevano correre, quindi stavano dietro i carri e combattevano per le loro vite. Il vigilante Criswell cadde, seguito dal leader della mafia Bruce Wheeler. Clift ha preso un colpo alla coscia, mentre Alf Marlow è caduto morto, crivellato da 15 proiettili. Charley Marlow continuò a sparare e, sebbene George Marlow fosse stato colpito alla mano destra, continuò a combattere mentre il fratello Epp moriva al suo fianco. I Marlow sopravvissuti si schierarono schiena contro schiena, sparando a ogni bagliore della volata.

Charley fu colpito alla testa e al petto da un'esplosione di fucile che lo uccise quasi quando George gridò ai suoi aggressori: Venite di nuovo, codardi bastardi! Abbiamo molte munizioni e nessuno fa male. Dai! Solo un membro della mafia, Frank Harmiston, ha accettato la sfida. Andò dritto verso George, revolver alzato, ed entrambi gli uomini spararono. Harmiston cadde morto sulla strada. Mentre George duellava con Harmiston, Charley vide Eugene Logan prendere di mira George. Charley uccise Logan.

A quel punto la folla, completamente demoralizzata, era fuggita. Tre vigilantes giacevano morti, così come Alf ed Epp, con molti altri feriti. George e Charley erano sopravvissuti, ma entrambi erano gravemente feriti e rimasero incatenati ai loro fratelli morti. Charley aveva nove ferite da pallettoni. George ha trovato un coltello a serramanico sul corpo di Criswell e ha tagliato i piedi dai corpi di Alf ed Ellie, permettendogli di fuggire con Charley, Clift e Burkhart. Hanno guidato uno dei carri fino alla capanna della famiglia Marlow, fermandosi in una fattoria lungo la strada per rompere i ferri alle gambe. Clift rimase con loro, mentre Burkhart scomparve. Quando i sopravvissuti raggiunsero la capanna, curarono le loro ferite e si prepararono a difendersi di nuovo, perché sapevano che lo sceriffo Collier li avrebbe trovati.

La mattina successiva, il 20, Collier e un folto gruppo di uomini circondarono la cabina. Disgustata per la svolta degli eventi, Marion Lasater ha inviato un dispaccio al Texas Ranger Charles Auburg, che viveva nelle vicinanze, per venire ad aiutare a disinnescare la situazione. Allo stesso tempo, la piccola Marion Wallace reclutò per chiedere aiuto lo sceriffo George Moore della vicina contea di Jack, dicendogli che la folla era in combutta con i Marlow e che tutti i morti erano guardie. Lasater, Auburg e un medico arrivarono più o meno nello stesso periodo. Lasater si alzò rapidamente dalla banda, dichiarando che c'era stato abbastanza spargimento di sangue, che lui e il dottore avrebbero assistito i feriti e che se qualcuno avesse attaccato la cabina, avrebbero dovuto prima ucciderlo. Detto questo, Lasater e il dottore scesero a grandi passi nella cabina ed entrarono.

George e Charley dissero loro che si sarebbero arresi solo al maresciallo degli Stati Uniti Cabell o al suo vice, e Lasater mandò il dottore a informare Cabell. A quel punto lo sceriffo Moore aveva appreso che la folla era composta da uomini di Graham e si era anche disgustato della relazione. Ha detto a Collier che non aveva giurisdizione. Collier si arrabbiò e spinse per un attacco. Moore lasciò la scena e immediatamente telegrafò il maresciallo Cabell.

I due giorni seguenti furono tesi, i Marlow si aspettavano un assalto da parte degli uomini di Collier in qualsiasi momento. Il 21 gennaio i corpi di Alf ed Epp sono stati consegnati alla cabina dopo essere stati esposti al tribunale di Graham. L'aspetto macabro dei corpi potrebbe aver messo in pausa alcune delle forze di Collier. Madre Marlow ha preso accordi per far seppellire i ragazzi nella vicina città di Finis.

Il vice di Cabell, W.H. Morton, è arrivato il 22 gennaio. Dopo una discussione con Collier, Morton era in viaggio con i suoi prigionieri entro 20 minuti. Un membro della banda di Collier ha chiesto dove sarebbero saliti sul treno e Morton ha immediatamente cambiato rotta per un'altra stazione. Durante il viaggio Charley tossì diverse palle di pallettoni e iniziò a migliorare.

George e Charley Marlow e Lewis Clift erano al sicuro, ma Boone Marlow no. Il 29 gennaio 1889 Martin Beavers, G.E. Harbolt e J.E. Direkson portarono il suo corpo a Graham e rivendicarono la ricompensa. Ad un esame più attento del corpo è stato determinato che avevano avvelenato Boone, poi gli hanno sparato e hanno affermato che aveva resistito all'arresto. Sono stati accusati di omicidio e condannati. Boone fu sepolto accanto ad Alf ed Epp nel cimitero di Finis.

La brutale imboscata della folla a Dry Creek ha scioccato la maggior parte dei cittadini di Graham. Anche il partigiano leader Graham ha chiesto una rapida punizione per gli aggressori. Alla fine di gennaio un gran giurì ha incriminato Phlete Martin, Eugene Logan e Sam Wagoner per ostruzione alla giustizia e omicidio. La cauzione è stata fissata a $ 2.500 ciascuno e sono stati liberati entro 30 minuti. Il loro processo era fissato per ottobre.

George e Charley sono stati processati per furto di cavalli a marzo e assolti, ma sono rimasti in custodia come testimoni federali nel processo della mafia. Hanno vissuto a Dallas fino ad agosto, quando Charley ha saputo che Collier aveva ottenuto un mandato di arresto per l'omicidio dello sceriffo Wallace. Certi che sarebbero stati uccisi se fossero tornati a Graham, i Marlow si trasferirono nel Colorado sudoccidentale, vicino alla nuova città ferroviaria di Ridgway. Hanno lavorato per l'allevatore Arthur Hyde, che era anche un amico dello sceriffo Doc Shores di Gunnison.

Quando il caso della mafia è stato sottoposto a processo in ottobre, e i Marlow non sembravano testimoniare, il processo è stato rinviato al marzo 1890. Quando non si sono presentati a marzo, il maresciallo americano George A. Knight del Distretto settentrionale del Texas ha emesso un mandato per il loro arresto come testimoni. Shores ha visto l'avviso e sapeva che doveva agire. I Marlow erano suoi amici, ma aveva anche un dovere da adempiere. Lui e un vicesceriffo hanno viaggiato per più di 90 miglia fino alla fattoria dei Marlow e hanno discusso la situazione con i fratelli. George e Charley erano fermamente convinti che sarebbero stati uccisi se fossero tornati in Texas. Shores propose di viaggiare con lui a Gunnison, dove lui e Knight avrebbero provveduto a fornire loro travestimenti e una guardia armata per trasportarli sani e salvi a corte. Alla fine si sono fidati di Shores e hanno accettato. Dopo l'incontro con Knight, sono stati forniti loro vestiti nuovi, cappelli e parrucche grigie e hanno testimoniato contro la folla non una ma diverse volte. Da parte sua nel risolvere la questione, Shores ha attirato un rimprovero da Albert H. Jones, il maresciallo distrettuale degli Stati Uniti per il Colorado, per essere uscito dai canali ufficiali e negoziare direttamente con Knight piuttosto che passare attraverso di lui.

Sulla base della testimonianza dei Marlow, il gran giurì ha emesso mandati per una dozzina di altri residenti di Graham, tra cui lo sceriffo Collier e il vice maresciallo Johnson. Venuto a conoscenza del presunto mandato di omicidio di Collier contro Charley, il maresciallo Knight nel gennaio 1891 nominò George un vice maresciallo degli Stati Uniti, specificamente per tenere Charley in custodia come testimone nei processi di mafia; ha poi nominato Charley per tenere George. Questa azione lungimirante si sarebbe rivelata cruciale nei mesi a venire. Il 17 aprile 1891, una giuria dichiarò Logan, Wagoner e Little Marion Wallace colpevoli di cospirazione ma non colpevoli di omicidio. Collier e un altro imputato erano morti prima dell'inizio del processo; gli altri imputati sono stati assolti. Logan, Wagoner e Wallace sono stati condannati a 10 anni di carcere, ma i loro avvocati hanno presentato ricorso contro la decisione alla Corte Suprema degli Stati Uniti. Nell'aprile 1892 la Corte Suprema annullò il verdetto sugli aspetti tecnici procedurali e ordinò un nuovo processo. Nonostante l'ordine, il caso non è mai stato ritentato.

I Marlow sopravvissuti avevano intentato una serie di azioni legali relative alla morte ingiusta di Alf, Epp e Boone. Dopo diversi compromessi, i casi sono stati risolti per circa $ 6.500. I problemi di George e Charley avrebbero dovuto essere risolti. Sono stati esonerati, al sicuro e liberi, vivevano felicemente nel Colorado sudoccidentale, essendo stati accolti calorosamente nella comunità. Ma un altro capitolo è rimasto nel loro calvario.

Il 22 maggio 1891, il governatore del Texas James S. Big Jim Hogg emise un mandato di arresto per Charley Marlow come complice nell'omicidio dello sceriffo Wallace, anche se il verdetto della mafia era stato emesso e Collier era morto. Il 20 giugno due Texas Rangers, il capitano William Jesse McDonald e il sergente James M. Grude Britton, scesero dal treno a Ridgway e si radunò una grande folla. Bill McDonald non era solo un ranger qualsiasi. Il capitano di nuova nomina della compagnia B del battaglione di frontiera, sarebbe diventato uno dei più leggendari dei Texas Rangers. Era noto per il coraggio spericolato e, secondo un racconto, avrebbe caricato l'inferno con un secchio d'acqua. La sua lapide reca il motto NESSUN UOMO NEL SBAGLIATO PU ALZARSI CONTRO UN COMPAGNO CHE È NEL GIUSTO E MANTENERE SU A-COMIN. '

I Texas Rangers hanno contattato lo sceriffo J.F. Bradley della contea di Ouray, Colorado, per chiedergli di arrestare Charley e di metterlo sotto la loro custodia. Un amico dei Marlow, Bradley li ha portati in città per un incontro e si è impegnato a obbligare i Rangers a effettuare qualsiasi arresto. L'incontro è stato teso. I Texas Rangers, iRidgway Heralddenunciati, erano armati fino ai denti con Winchester e revolver in previsione di guai nell'effettuare l'arresto. Anche i Marlow erano 'con i tacchi' e quando tutti si sono incontrati e si sono stretti la mano, è stato evidente che lo scuotimento è stato fatto tutto con la mano sinistra. I ragazzi hanno trattato gli ufficiali con cortesia, tuttavia, e tutto si è svolto senza intoppi.

I Marlow hanno rifiutato l'arresto, poiché Charley è rimasto detenuto da George, e viceversa, come testimoni federali e non erano soggetti all'autorità civile. Hanno chiesto al governatore del Colorado John Long Routt di telegrafare i Texas Rangers. Dopo diversi giorni di negoziati tra i governatori Routt e Hogg e il maresciallo Knight, McDonald e Britton se ne andarono a mani vuote. A Ridgway circolava la storia che se il Texas avesse cercato di nuovo i Marlow, avrebbero dovuto inviare 2.000 Texas Rangers invece di due, e il giornale fece circolare una petizione in cui affermava che i ragazzi di Marlow sono conosciuti dai firmatari per essere cittadini buoni e rispettosi della legge della contea di Ouray e pregando il governatore che gli sia permesso di rimanere qui. La petizione del quotidiano concludeva: I Marlow meritano il sostegno di tutti i cittadini nel loro tentativo di liberarsi dalla persecuzione.

George e Charley Marlow erano davvero buoni cittadini in Colorado. Avevano famiglie numerose, diventarono piccoli allevatori di successo e furono attivi nella comunità, servendo come uomini di legge per più di un decennio. Hanno aiutato Doc Shores a organizzare uno sciopero dei lavoratori a Crested Butte, in Colorado, hanno inseguito i ladri di diligenze, assistito con le vendite di bestiame e arrestato un assassino. Charley alla fine si trasferì in California per stare vicino ai suoi figli e morì il 19 gennaio 1941, 52 anni prima del suo ferimento nell'imboscata di Dry Creek. George rimase in Colorado, morendo il 3 luglio 1945. Nel necrologio di Charley ilMontrose Daily Pressriportato: Le riviste di narrativa occidentali più selvagge non hanno mai prodotto uomini più coraggiosi o incidenti più audaci e straordinari di quelli messi in atto nella vita reale da questi famosi fratelli ... Arrivati ​​in questo paese, i Marlow sono sempre stati cittadini perfettamente rispettosi della legge e si sono guadagnati centinaia di amici, nessuno dei quali è mai stato deluso.

Jim Pettengill, un tempo geologo del Dipartimento degli interni degli Stati Uniti che si è ritirato vicino a Ridgway, Colorado, nel 1999, è uno scrittore freelance da oltre un quarto di secolo. Ha venduto più di 160 articoli e 700 fotografie a molte riviste nazionali, tra cuiSelvaggio West. La Wild West History Association lo ha premiato per il suo articolo The Marlow Brothers — Their Texas Ordeal and Their Lives in Colorado, pubblicato nell'edizione 2010 delGiornale della società storica della contea di Ouray. Per ulteriori letture sui Marlows, Pettengill suggerisce:The Fighting Marlows: Uomini che non sarebbero stati linciati, di Glenn Shirley;La vita dei Marlow: una vera storia di vita di frontiera dei primi tempi, rivisto da William Rathmell, curato con un'introduzione di R.K. DeArment; eMarlow Brothers Ordeal, 1888–1892: 138 giorni di inferno a Graham sulla frontiera del Texas, di Barbara A. Neal Ledbetter.

Messaggi Popolari

Un medico ebreo riflette sul trattamento dei nazisti feriti

In una lettera alla sorella, Louis Cooperberg condivide le sue esperienze faccia a faccia con il nemico.

Differenza tra Obamacare e Medicare

Ci sono molti diversi tipi di piani e schemi che sono presenti nel mondo oggi che soddisfano i bisogni di salute dell'uomo comune. Con la crescita

Il peggior cadetto di West Point: George Armstrong Custer

LA MIA CARRIERA DI CADETTO, scrisse George Armstrong Custer, aveva ben poco da consigliarla allo studio di coloro che venivano dopo di me, a meno che non

Differenza tra dichiarazione di indipendenza e costituzione

Dichiarazione di indipendenza contro la costituzione La dichiarazione di indipendenza e la costituzione sono molto diverse nei loro intenti e interessi. Il

Ciò che Outlander ha finalmente capito sullo stupro in questa stagione?

Quando Jamie (Sam Heughan) e Claire (Caitriona Balfe) aiutano la figlia Brianna (Sophie Skelton) a far fronte al suo stupro, è un punto di svolta per 'Outlander'.

Differenza tra Super Nintendo e Nintendo 64

Super Nintendo vs Nintendo 64 Come avrai capito dal nome, queste sono le due console di Nintendo. La principale differenza tra loro è l'età come