Storia e cultura di New York basate su quattro secoli di prelibatezze olandesi

L'Empire State ha ereditato una parte enorme della sua anima dai Paesi Bassi

Martedì 27 agosto 1664, New Amsterdam, un insediamento sul porto all'estremità meridionale dell'isola di Manhattan, era vivace. I falegnami stavano martellando. I bottai assemblavano barili con doghe e cerchi di metallo. I tavernieri stavano spazzando i pavimenti. La città era una Babele in miniatura, sede di parlanti di più di 15 lingue. Gli africani, schiavi e liberi, erano ovunque. In molte chiese riformate olandesi, i domini, come la setta chiamava ministri, stavano preparando i sermoni. Il macellaio Asser Levy stava servendo i compagni ebrei e chiunque altro volesse un bel pezzo di carne kosher.



Peter Minuit, al centro della fascia, ei suoi uomini stipularono un accordo nel 1626 per acquisire Manhattan per conto della Compagnia olandese delle Indie orientali. (Dipinto di William T. Ranney, c1855.)



La vista di quattro navi da guerra nel porto elettrizzò tutti coloro che videro le navi, che volavano i colori inglesi. Ultimamente i Paesi Bassi, che possedevano la colonia della Nuova Olanda, erano stati in disaccordo con l'Inghilterra. Il re Carlo II aveva concesso a John Winthrop, governatore della colonia inglese Connecticut, una carta che assegnava il diritto di Winthrop a tutto il territorio tra Narragansett Bay e il Pacifico. Quella borsa di studio includeva gran parte della Nuova Olanda. I residenti inglesi delle città governate dagli olandesi a Long Island erano irritati sotto il controllo olandese, lamentandosi con Peter Stuyvesant, l'autocratico direttore generale della Nuova Olanda. Quando Winthrop, inviato dagli inglesi come emissario, sbarcò da una delle navi e consegnò a Stuyvesant quelli che gli inglesi chiamavano Articoli di Capitolazione, Stuyvesant fece a pezzi le carte. Mettendo insieme i pezzi, altri olandesi pensarono che i termini degli articoli fossero generosi: i coloni olandesi potevano mantenere le loro proprietà, andare e venire a loro piacimento, adorare liberamente, commerciare come sempre e mantenere le loro regole di eredità. I funzionari locali avrebbero scontato i loro termini.

Il direttore generale Peter Minuit distrugge la convocazione britannica di arrendersi alla Nuova Olanda nel 1664 (incisione, XIX secolo).

L'irascibile Stuyvesant voleva combattere. Così hanno fatto i circa 150 soldati olandesi a Fort Amsterdam ai margini dell'isola, nonostante fossero di gran lunga inferiori rispetto alle truppe inglesi a bordo delle navi. La maggior parte dei residenti temeva che se i soldati avessero avuto la meglio, avrebbero perso tutto. Quei cani schifosi vogliono combattere perché non hanno niente da perdere, ha detto una donna. Invece qui abbiamo la nostra proprietà, a cui dovremmo rinunciare. Altri occhi guardavano dall'altra parte del fiume a Breukelen, a Long Island, gli inglesi che cominciavano a formare milizie, pronti per il combattimento e il saccheggio.

Stuyvesant si è rintanato nel forte. Un cannoniere attendeva il suo ordine di sparare sugli invasori. I cittadini leader hanno portato avanti i new Amsterdamers con una petizione che avallava la capitolazione. La tensione regnava quando agosto lasciava il posto a settembre; la petizione aveva 93 firme, inclusa quella del figlio di Stuyvesant, Balthazar, 17 anni. Di fronte alla petizione, Stuyvesant cedette, dichiarando che avrei preferito di gran lunga essere condannato a morte. Il 6 settembre ha inviato una delegazione per elaborare i dettagli con gli inglesi. Due giorni dopo, nella sua Bouwerie, o tenuta di 62 acri, a nord dei confini della città, Stuyvesant si unì all'ammiraglio Richard Nicolls e ai loro delegati nella firma degli Articoli della Capitolazione.



Così finì il dominio olandese e i 40 anni di storia della Nuova Olanda, ma non la presenza dei Paesi Bassi. New York, città e stato, abbonda di tracce dei loro inizi coloniali. In città ci sono Dyckman Street, Van Cortlandt Park, Flatbush Avenue, New Utrecht High School, Lefferts Historic House, Harlem e Knickerbockers. La colonia si estendeva dal porto ai piedi di Manhattan a nord fino a quelle che divennero Albany e Schenectady, a est attraverso Long Island e ad ovest nel New Jersey. Gli olandesi si stabilirono lungo il fiume Delaware, dove si aggrovigliarono e alla fine scacciarono gli svedesi; e la valle del fiume Connecticut, dove una marea di coloni inglesi fece con gli olandesi come gli olandesi avevano fatto con gli svedesi. Tuttavia, gli olandesi hanno lasciato un'impronta culturale ampia e profonda che è durata per più di 250 anni.

La ragione più importante per cui i mercanti olandesi mantenevano rapporti amichevoli con gli indiani era il commercio di pellicce (Biblioteca del Congresso)

Nel 1609, in rappresentanza della Compagnia olandese delle Indie orientali,un'entità di proprietà pubblica organizzata dal governo per commerciare dall'altra parte del mondo, il capitano Henry Hudson ha navigato in un estuario del Nord America che si affaccia sull'Atlantico. I capi dell'inglese avevano il sostegno di uno degli stati nazionali più nuovi e più potenti d'Europa, i Paesi Bassi. Una regione acquosa sulla spalla del continente tra il territorio di lingua tedesca e il Belgio, i Paesi Bassi hanno allevato marinai per secoli. Dopo aver abbandonato il controllo spagnolo e dichiarato l'indipendenza, gli olandesi fondarono la loro Compagnia delle Indie Orientali nel 1602, generando rapidamente profitti dal commercio di cotone, tessuti, porcellana e soprattutto spezie.

I rapporti di Henry Hudson sul terreno coltivabile e su molti castori e altri animali da pelliccia su quello che chiamava il fiume Nord portarono al commercio con le tribù native e, nel 1624, all'arrivo di una prima ondata di coloni. La Compagnia olandese delle Indie occidentali, successore del suo predecessore orientale, intendeva che i nuovi arrivati ​​bloccassero il commercio di pellicce della Valle dell'Hudson.



Il castoro era la grande attrazione. Se vivevi in ​​Europa nel XVII secolo, dovevi avere un cappello, ha detto il dottor Charles Gehring, direttore del New Netherland Research Center, e avevi bisogno di pelliccia per fare quei grandi cappelli neri. La domanda di pellicce incoraggiava un atteggiamento rilassato nei confronti dei nativi americani, che intrappolavano, scuoiavano e curavano le pelli, scambiando i frutti del loro lavoro con i coloni.

Il primo insediamento olandese era nel porto, sull'isola di Nut, ora Governor's. Un gruppo olandese ha viaggiato 150 miglia a monte per stabilire un bastione a Fort Orange, chiamato per una banda sulla bandiera olandese. Superando Nut Island, i coloni rivendicarono la punta meridionale di un'isola più grande che chiamarono Manhattan, una corruzione del suo toponimo indiano. Peter Minuit, un uomo d'affari belga, arrivò nel 1625 e entro l'anno divenne il direttore o governatore della colonia. Minuit si offrì di acquistare Manhattan dai suoi storici occupanti, il Lenape. Gli indiani vedevano gli esseri umani non come proprietari di terre ma come amministratori. Secondo Russell Shorto nel suo libroL'isola al centro del mondo, i Lenape, cercando un alleato per difenderli dalle tribù rivali, pensavano che, accettando l'offerta di Minuit, stessero concedendo agli olandesi un uso temporaneo del loro territorio in cambio di schierarsi dalla loro parte. Tra il 1624 e il 1664, tuttavia, arrivarono circa 200 navi cariche di immigrati, che presero la residenza permanente. Non tutti erano olandesi. È stato difficile convincere gli olandesi a immigrare qui perché il tenore di vita dei Paesi Bassi era molto più alto del resto d'Europa, ha affermato David Voorhees della New Netherland Society. Quindi hanno anche permesso alle persone di venire da altre regioni.

Per attirare gli investitori disposti a sviluppare pacchi nella natura selvaggiaoltre Manhattan, la Compagnia olandese delle Indie occidentali nel 1629 introdusse il sistema patroon, un aggiornamento sul feudalesimo. Un patroon simile a un signore, che non deve necessariamente venire nella sua tenuta, potrebbe inviare 50 persone alla colonia e, di tasca sua, picchettare un terreno su cui intraprendere un'impresa indipendente; l'altra sua spesa principale era il costo del passaggio per la sua gente e un dazio del 5% sulle merci che portavano, esclusi gli attrezzi agricoli e il bestiame. Sul suo territorio, l'equivalente di una concessione di terra, un patroon potrebbe nominare funzionari governativi, amministrare la giustizia e fornire sicurezza, acquistare più terra dagli indiani e avere il monopolio sui prodotti della caccia, della cattura e della pesca. Il patroon poteva commerciare tutti i prodotti della terra tranne le pellicce, che la società si riservava. La gente del patroon doveva pagargli l'affitto e giurargli fedeltà.



Il sistema patroon era generalmente un fallimento. Sotto-capitalizzati e assaliti dai guai indiani, la maggior parte dei patroons è fallita. L'unico successo del sistema è stato Rensselaerwijck - o Rensselaerwyck - che si estendeva lungo 24 miglia di entrambe le rive dell'Hudson vicino a Fort Orange. Il mercante di gemme Kiliaen van Rensselaer governava il suo omonimo feudo da Amsterdam, non visitando mai ma sostenendo la sua impresa in termini di redditività.

I cardini delle operazioni commerciali della Compagnia olandese delle Indie Orientali erano patroons come Kiliaen van Rensselaer, che agiva come un signore feudale che finanziava gli insediamenti mentre la compagnia controllava il commercio di pellicce. (Libreria del Congresso)

La Nuova Olanda si è distintadalle colonie nordamericane sotto il dominio inglese, specialmente per quanto riguarda il commercio, la tolleranza religiosa e la variazione culturale. Nel 1609, l'avvocato olandese Hugo Grotius delineò la dottrina della libertà dei mari. Grozio stabilì che gli oceani fossero aperti al commercio da tutte le nazioni, un rimprovero al sistema inglese chiuso, in base al quale la flotta commerciale di quella nazione serviva e traeva profitto dalle sue colonie. Gli olandesi, che sotto il controllo spagnolo e in seguito avevano sviluppato un approccio di mentalità aperta al commercio, alla religione e al colore della pelle, erano liberi commercianti nel commercio e nel pensiero. I Paesi Bassi nel 1579 stabilirono il diritto di essere liberi dalla persecuzione per praticare la propria fede. Nella Nuova Olanda, solo la Chiesa riformata olandese aveva il diritto di fondare congregazioni. Tuttavia, nella colonia come a casa, i dissidenti religiosi hanno incontrato meno oppressione. I luterani di New Amsterdam, ad esempio, avevano il permesso di adorare nelle loro case. Oltre agli etnici olandesi, la popolazione di New Amsterdam arrivò a includere non solo valloni francofoni, scandinavi, tedeschi, inglesi - spesso provenienti dalle colonie vicine - ma scozzesi, italiani, ebrei sefarditi, nativi americani e africani.

Fin dall'inizio, la Nuova Olanda ha beneficiato della schiavitù. Gli schiavi africani hanno aiutato a ripulire la terra e costruire strutture, facendo il lavoro pesante e vivendo in quartieri angusti. Tuttavia, gli schiavi neri nella Nuova Olanda avevano più diritti delle loro controparti nelle colonie inglesi: quelli tenuti in schiavitù dagli olandesi potevano imparare a leggere, sposarsi, essere battezzati, testimoniare in tribunale, portare in giudizio e assumere se stessi per lo stipendio nei giorni liberi. , un fenomeno che aumentava regolarmente i ranghi dei neri nella colonia che avevano acquistato la loro libertà.

La Compagnia ha richiamato Minuitad Amsterdam all'inizio degli anni Trenta del Seicento, sostituendolo brevemente come regista Sebastiaen Krol, poi Wouter Van Twiller. Van Twiller, che prestò servizio nel 1632-37, aumentò il commercio di pellicce con i nativi americani e il commercio con le vicine colonie inglesi, ma fu richiamato per essersi arricchito in modo stravagante. Il suo successore, Willem Kieft, arrivò nel 1638.

Kieft ha supervisionato molti cambiamenti, benefici e duri. Nel 1639-40 la Compagnia sciolse il monopolio delle pellicce, aprendo il commercio a tutti. SecondoNew York olandese, a cura di Roger Panetta, ciò portò al successivo boom economico e alla crescita della popolazione in città come New Utrecht, Midwout — Midwood, nota anche come Flatbush — e Amersfoort nell'odierna Brooklyn; Vlissingen - Flushing - in quella che oggi è Queens; Haarlem sulla parte alta dell'isola di Manhattan; e Wiltwijck — Kingston — nella Hudson Valley. Nominò anche il primo organo consultivo della colonia, il Consiglio dei Dodici, con i cui membri trovava spesso motivo di litigare.

Kieft ha sciolto decenni di amicizia con i nativi americani. Contro il consiglio dei coloni, cercò di tassare gli indiani locali poiché, ragionò, i soldati e i marinai olandesi li proteggevano dalle altre tribù. Il risentimento per il prelievo ha portato violenza e punizione.

Nel febbraio 1643, i soldati olandesi invasero un accampamento Lenape dove si trova Jersey City, massacrando più di 80 uomini, donne e bambini all'inizio della guerra di Kieft. Quell'autunno, circa 1.500 nativi americani invasero la Nuova Olanda, distruggendo villaggi e incendiando fattorie. In mezzo alla brutalità reciproca, gruppi di coloni e singole tribù iniziarono a negoziare trattati di pace separati fino a quando, nel 1645, Kieft e rappresentanti delle tribù chiave firmarono un accordo generale.

Poco prima che la pace tornasse,Kieft, rispondendo a una petizione di 11 africani ridotti in schiavitù, ha creato la mezza libertà. Questo status, concesso solo agli 11 e alle loro famiglie, ma successivamente esteso ad altri che la colonia conosceva e di cui si fidava, come i membri neri della guardia cittadina, le forze di sicurezza volontarie, consentiva agli schiavi di possedere terre e residenze, a condizione che lavorassero per la colonia secondo necessità e pagato una quota annuale. I figli di genitori mezzi liberi erano ancora schiavi. New Amsterdam creò un villaggio per questi residenti chiamato Land of the Blacks, centrato nell'odierno Greenwich Village e situato, sperava Kieft, per fungere da cuscinetto contro gli indiani.

Il trattato di pace non ha cancellato la rabbia dei coloni contro Kieft e la sua disastrosa guerra. Ricordato nel 1647 - morì durante il viaggio in un naufragio - Kieft fu sostituito da Peter Stuyvesant, che presto dovette affrontare due sfide. Il primo è venuto da Adrien van Der Donck, un avvocato liberale che presta servizio nel Consiglio dei Nove di Stuyvesant, successore del Consiglio dei Dodici di Kieft. Van der Donck e i suoi sostenitori volevano liberarsi del controllo della Compagnia olandese delle Indie occidentali. Al suo posto, hanno proposto di far governare la Nuova Olanda da un organo rappresentativo che risponde alla corona. Ad Amsterdam, van der Donck ha sostenuto il cambiamento dinanzi agli Stati generali, il legislatore nazionale. Gli Stati Generali approvarono il piano nel 1652. La prima guerra anglo-olandese ne impedì l'attuazione. Il Trattato di Westminster pose fine a quel conflitto nel 1654, ma il piano di van der Donck rimase nel limbo. Tornò nella sua vasta tenuta a nord di Manhattan, dove era conosciuto come Yonk Herr - Young Gentleman - che si è evoluto in Yonkers.

La seconda sfida di Stuyvesant è avvenuta a nord. Sul terreno adiacente a Fort Orange, mise radici un villaggio di commercianti di pelli di castoro. La ricchezza del borgo interessava sia Stuyvesant che Brant van Slichtenhorst, direttore di Rensselaerwyck. Rivendicando la massima autorità su Rensselaerwyck, van Slichtenhorst proibì alla Compagnia olandese delle Indie occidentali di estrarre pietra o tagliare legno sulle sue terre. Il direttore van Slichtenhorst iniziò a costruire case vicino a Fort Orange; Stuyvesant, per motivi di sicurezza, ha poi proibito la costruzione entro la portata dei cannoni del forte. Van Slichtenhorst ignorò i suoi ordini. La situazione di stallo durò fino al 1652, quando Stuyvesant salpò il fiume con le truppe e dichiarò che l'insediamento era di proprietà della Compagnia. Ha chiamato il villaggio Beverwijck - si pronuncia bay vurr vake - dall'olandese come luogo dei castori.

Sotto Stuyvesant,L'abituale libertà religiosa della Nuova Olanda è stata messa a dura prova. Nel 1653, i luterani chiesero il permesso di portare un pastore. In risposta, Stuyvesant proibì persino i servizi luterani privati, multò i trasgressori e forzò il battesimo dei bambini luterani come congregati riformati olandesi. La corona ha annullato le sue critiche. Nel 1654 arrivò una nave che trasportava 23 profughi ebrei; stavano fuggendo da Recife, in Brasile, colonia olandese conquistata dai portoghesi. Lo stridente credente riformato olandese Stuyvesant, definendo gli ebrei tali odiosi nemici e bestemmiatori del nome di Cristo, chiese alla Compagnia il permesso di espellere i nuovi arrivati. La Società, i cui azionisti includevano investitori ebrei, stabilì che gli ebrei avevano la libertà di adorare in Nuova Olanda. Anche Stuyvesant ha eliminato Quakers. Nel 1662, John Bowne, residente a Vlissingen, un immigrato inglese, permise un incontro quacchero a casa sua. Stuyvesant fece arrestare Bowne. Valutata una multa, Bowne si rifiutò di pagare. Fu mandato in Olanda per un processo aziendale. La Compagnia ordinò a Stuyvesant di lasciare stare i Quaccheri.

Stuyvesant era più gentile con i nativi americani. L'unico grande conflitto indiano / olandese sotto la sua guardia, la Guerra del Peach Tree, non riguardò le pesche o la terra, ma la furia da parte della nazione Susquehannock, stretti partner commerciali degli svedesi insediati lungo il fiume Delaware. Nel settembre 1655, i Susquehannock attaccarono New Amsterdam e gli insediamenti nella valle dell'Hudson come rappresaglia per la conquista della Nuova Svezia da parte di Stuyvesant. In seguito, Stuyvesant riacquistò la terra che la tribù aveva preso a ovest dell'Hudson.

Il Trattato di Westminstermanteneva la pace tra Inghilterra e Paesi Bassi da 10 anni quando quell'esibizione di armi inglese dell'agosto 1664 a New Amsterdam sorprese i residenti. Tuttavia, il marzo precedente il re Carlo II d'Inghilterra aveva promesso a suo fratello James, duca di York e Albany - York era una città inglese, Albany una città scozzese - che avrebbe potuto avere la Nuova Olanda, e ora James aveva inviato una forza per far sì che fosse così. Quando New Netherland divenne New York, New Amsterdam divenne New York City e Beverwyck divenne Albany. Uno degli ultimi atti del governo olandese è stato quello di emancipare gli africani semi-liberi, per timore che gli inglesi li rendessero nuovamente schiavi. Una seconda guerra anglo-olandese nel 1665-67 non ebbe alcun effetto su New York. Nel 1673, durante una terza guerra anglo-olandese, i Paesi Bassi ripresero la loro colonia. New York City divenne New Orange. Entro l'anno i combattenti vennero a patti con il secondo Trattato di Westminster. La Gran Bretagna ha riavuto New York mentre gli olandesi hanno ottenuto il Suriname, sulla costa nord-orientale del Sud America, con le sue preziose piantagioni di zucchero.

Alla fine del 1600 arrivò un nuovo flusso di immigrati. I protestanti francesi, o ugonotti, fondarono la città di New Paltz nella valle dell'Hudson. Gli ugonotti, come gli olandesi, erano calvinisti ei gruppi formavano un legame. I coloni olandesi iniziarono presto a trasferirsi in città. Molti ugonotti impararono l'olandese, sposarono coniugi olandesi e frequentarono i servizi riformati olandesi. La distanza dalla cosmopolita New York City ha ridotto l'esposizione della valle dell'Hudson a influenze diverse dai Paesi Bassi. Indipendentemente da chi controllava New York, i residenti olandesi mantennero la loro lingua e le loro usanze fino all'inizio del 1800 e più a lungo in alcune località.

La Chiesa riformata olandese ha contribuito a mantenere l'uso della lingua olandese a New York. Per decenni dopo la conquista britannica, i domini delle congregazioni provenivano direttamente dall'Olanda; naturalmente, hanno condotto servizi in olandese. Nel 1754, i fedeli americani fondarono il proprio corpo direttivo, o classis. Man mano che più ecclesiastici riformati olandesi si formavano nella colonia e più tardi nello stato, iniziò un interregno in cui la maggior parte delle chiese offriva servizi sia in olandese che in inglese. La vecchia prima chiesa riformata di Brooklyn fu bilingue dal 1737 al 1824, ha detto il reverendo Daniel Meeter, l'attuale ministro di quella congregazione. A quel tempo, molte persone parlavano un dialetto olandese [con molte parole inglesi], ma le funzioni religiose erano sempre in 'buon olandese' o 'libro olandese'. Molte persone che parlavano volgare olandese trovavano più facile capire l'inglese rispetto al 'libro olandese'. «Il carattere olandese della chiesa, ha aggiunto Meeter, è scomparso quando i fedeli si sono sposati con altri gruppi etnici.

Washington Irving, sebbene non fosse di origine olandese, rese popolare la cultura olandese di New York con personaggi come Diedrich Knickerbocker e storie come Sleepy Hollow e Rip Van Winkle. (Libreria del Congresso)

Le pratiche olandesi continuavano a vivere da enclave ridotte in schiavitùalla crosta superiore. Isabella Baumfree, un'afroamericana che in seguito divenne una crociata contro la schiavitù e si ribattezzò Sojourner Truth, è cresciuta nella Hudson Valley e fino all'età di nove anni parlava solo olandese. Uno dei momenti salienti della vita afro-olandese è stato l'annuale festival primaverile di Pinkster (Pentecoste). Il libroStorie olandesi di New Yorkdescrive Pinkster nell'Albany dei primi anni del 1800. Gli schiavi hanno del tempo libero per partecipare. I festeggiamenti includevano una parata, giochi, musica, bevute e balli al violino e al tamburo africano. Un uomo nato in Angola noto come Re Carlo, vestito in costume militare britannico, ha presieduto l'allegria. Albany mise fuori legge il festival nel 1811, forse per paura che l'evento potesse promuovere una rivolta degli schiavi. Lo Stato di New York abolì la schiavitù nel 1827.

All'inizio del 1800, lo scrittore Washington Irving rese popolare la cultura olandese di New York, prima con la suaStoria di New Yorkcon lo pseudonimo di Diedrich Knickerbocker, poi con Rip Van Winkle, The Legend of Sleepy Hollow e altri racconti radicati nel folklore olandese della Hudson Valley (What’s in a Name? Agosto 2017). Queste storie venivano scambiate con nostalgia per un'epoca passata in cui la vita presumibilmente era più rurale e meno frettolosa.

L'olandese parlato ha resistito. Le donne in campagna hanno tenuto l'olandese più a lungo, ha detto Gehring. Gli uomini dovevano uscire nel mondo e parlare inglese, ma le donne rurali parlavano ancora olandese a casa e lo insegnavano ai loro figli. Ancora nel 1910, i ricercatori contavano 200 residenti più anziani della vicina contea di Bergen, nel New Jersey, che parlavano olandese del Jersey. Tuttavia, la scuola dell'obbligo in inglese, i mass media e le ondate di suburbani anglofoni hanno condannato la vecchia lingua. Quando gli olandesi appassirono, così fecero l'artigianato olandese. I collezionisti li apprezzano. Avevamo diversi kast [armadietti di legno finemente intagliati] che ci sono stati tramandati nella nostra famiglia, ha detto Voorhees. Quando passavano di moda, venivano usati come pollai.

Gli olandesi americani assimilati divennero cospicui nell'élite politica e finanziaria di New York. Tre presidenti americani, Martin Van Buren, che parlavano solo olandese fino a quando non iniziò la scuola, Theodore Roosevelt e Franklin Delano Roosevelt avevano origini olandesi. I ricchi Schermerhorn sono stati usati da Martin Scorsese per simboleggiare la classe alta dell'era della Guerra Civile di Manhattan nel suo filmLe gang di New York.Durante l'Età dell'Oro, Cornelius Vanderbilt è passato da operatore di traghetti a nave a vapore e magnate delle ferrovie. Tuttavia, ha detto Voorhees, è un grande mito che gli olandesi nel loro insieme siano diventati ricchi e potenti. Una manciata è diventata prominente, ha detto. Il resto erano contadini, o qualsiasi altra cosa.

_____

Tracce olandesi

Gli americani di origini olandesi hanno continuato a distinguersi: il sindaco di New York City John. V. Lindsay, gli attori Henry Fonda e Humphrey Bogart e la rock star Bruce Springsteen, la cui famiglia del padre è in parte olandese del Jersey. Case, fienili e chiese olandesi punteggiano l'ex Nuova Olanda. La maggior parte risale al periodo inglese e all'inizio americano, costruito da famiglie olandesi in stile olandese. -Raanan Geberer

Finanziario Cornelius Vanderbilt, che è passato da operatore di traghetti a magnate delle navi a vapore e delle ferrovie, ha rafforzato l'ascesa dello status sociale e finanziario di cui godono i discendenti dei coloni olandesi.

In Huguenot Street a New Paltz, New York (in alto a sinistra), sono aperte al pubblico sette case in pietra del XVIII secolo, alcune in stile olandese vintage con tetto a due falde.

La Senate House di Kingston, New York, (in basso a sinistra) fu costruita nel 1676 da Wessel Ten Broeck. Dopo l'indipendenza, Kingston fu la capitale dello Stato di New York e nel 1777 il residente di Ten Broeck ospitò la prima riunione del Senato dello stato. L'arredamento comprende molti dipinti di John Vanderlyn, un artista olandese americano nato a Kingston rinomato all'inizio del 1800

The Old Stone House a Park Slope, Brooklyn, iniziò come una fattoria costruita nel 1699 dall'immigrato olandese Claes Vechte e dal figlio Hendrick. Nel 1776, l'abitazione ha svolto un ruolo fondamentale nella battaglia di Brooklyn. Negli anni 1880 fungeva da club house per la squadra che in seguito divenne i Brooklyn Dodgers. Distrutta nel 1897, negli anni '30 fu ricostruita utilizzando molte pietre originali. Oggi è un museo.

La Schenck House fu costruita da Jan Martense Schenck a Flatlands - allora una città rurale, ora un quartiere di Brooklyn - nel 1675. Negli anni '50, il Brooklyn Museum trasferì la casa all'interno del suo edificio, la ristrutturò e la arredò con mobili coloniali.

La Lefferts Historic House a Prospect Park, Brooklyn, fu costruita dal tenente dell'esercito continentale Pieter Lefferts nel 1783. La famiglia Lefferts mantenne la fattoria in legno a due spioventi in stile olandese per gran parte del XIX secolo. I visitatori sono invitati a partecipare alla produzione di candele, alla zangolatura e al cucito e alle celebrazioni stagionali, tra cui Pinkster.

La Dyckman Farmhouse a Inwood, nell'Upper Manhattan, fu costruita nel 1784-85 per sostituire una casa distrutta durante la Rivoluzione. I Dyckman possedettero la proprietà fino al 1860. Affittata agli affittuari e lasciata deteriorare, la casa fu riacquistata dai Dyckmans nel 1915. La famiglia restaurò la casa e il terreno e presentò il pacco a New York City come museo. Nella serie HBO Mad Men, il personaggio Pete Campbell è un discendente di Dyckman.

Il Van Cortlandt House Museum nel Bronx fu costruito nel 1748 da Frederick Van Cortlandt su un terreno dove coltivava e macinava il grano usando il lavoro degli schiavi. La casa in stile maniero inglese ha una veranda anteriore, incisioni di volti grotteschi sopra le finestre anteriori per allontanare il malocchio e altre caratteristiche olandesi. Nel 1888, la famiglia vendette la proprietà alla città, che trasformò la piantagione in un parco. La casa divenne un museo nel 1897.

Durante gli anni 1680 e 1690, Frederick Phillipse, un mercante, contadino e commerciante di schiavi, nato in Olanda, costruì l'elegante Phillipse Manor Hall a Yonkers, la più piccola Phillipsburg Manor House più a nord a Sleepy Hollow e la vecchia chiesa olandese di Sleepy Hollow. I lealisti Phillipses fuggirono in Inghilterra dopo la Rivoluzione. La chiesa, invocata in tutta The Legend of Sleepy Hollow, specialmente quando Ichabod Crane pensa di poter sfuggire al destino raggiungendo il ponte della chiesa, è ancora un luogo di culto. Le case padronali sono musei.

La Nuova Olanda può essere storia, ma la sua presenza persiste nel linguaggio quotidiano. L'olandeseSinterclasssi è evoluto in Babbo Natale. Boss deriva dabaes. Il cookie proviene dabiscotto, cole slaw dacoolsa, e gli olandesi hanno portato le ciambelle, che hanno chiamatooylkoek.

Messaggi Popolari

Differenza tra furetto e donnola

La donnola e il furetto sono alcuni degli animali che confondono se non guardati da vicino. Uno sembra essere cugino dell'altro con entrambi i lunghi corpi tubolari

Differenza tra nazione e nazione

Nazione vs Nazione La differenza tra 'nazione' e 'nazione' fa 'paese' e 'nazione' significa la stessa cosa? Ci sono poche differenze importanti tra i termini

Differenza tra xilofono e Glockenspiel

Xilofono vs Glockenspiel Sia lo xilofono che il glockenspiel sono strumenti appartenenti alla famiglia degli strumenti musicali a percussione. Tuttavia, la differenza

Libreria Abraham Lincoln, Daniel Weinberg e Bjorn Skaptason

Un posto per tutte le cose Lincoln, con un tocco moderno Daniel Weinberg e Bjorn Skaptason della libreria Abraham Lincoln di Chicago portano il libro tradizionale

Differenza tra fattibilità e fattibilità

'Fattibilità' e 'redditività' Se si avvia un'impresa, si pianifica un investimento o si intraprende un progetto, è necessario determinare se

Differenza tra coaguli di sangue ed embolia

Che cosa sono i coaguli di sangue (trombosi) e l'embolia? Sia l'embolo che il trombo significano: un coagulo di sangue. Entrambi comprendono grasso, piastrine, un tumore, liquido amniotico, un tumore,