La prima marcia di Sherman attraverso la Georgia



I viaggi di un giovane ufficiale dell'esercito attraverso il profondo sud negli anni Quaranta dell'Ottocento gli avrebbero lasciato un'impressione duratura e si sarebbero rivelati inestimabili durante il suo storico ritorno nel 1864.



Nell'inverno del 1844, un tenente allampanato dell'esercito americano dai capelli rossi di nome William Tecumseh Sherman viaggiò attraverso lo stato della Georgia su treni traballanti e inaffidabili e cavalli presi in prestito. Il suo obiettivo principale: indagare su presunti reclami fraudolenti derivanti dalla seconda guerra dei Seminole nel 1837-38, ma nel tempo libero riuscì a esplorare la campagna. L'ufficiale 24enne ha visitato Savannah, Columbus, Augusta e Macon e ha trascorso diverse settimane nella località turistica di Marietta, all'ombra di una cresta ricoperta di querce e pini nota come Kennesaw Mountain. Passò anche brevemente attraverso un polveroso centro commerciale chiamato Marthasville, il capolinea recentemente selezionato della Western & Atlantic Railroad, allora in costruzione. Pochi mesi dopo, i cittadini di Marthasville avrebbero rifiutato il nome popolare e boscoso della città a favore di un moniker più imponente che si adatterebbe più facilmente sui biglietti ferroviari: Atlanta. Esattamente 20 anni dopo, Sherman sarebbe tornato.

I viaggi di Sherman nel 1844 attraverso quella che chiamava la Georgia barbara sono un prologo straordinario ma poco esplorato della sua famosa campagna del 1864 per far ululare la Georgia. Durante il corso del suo incarico, viaggiò su ferrovie che in seguito avrebbe usato per rifornirsi, rimase in città e paesi che alla fine avrebbe occupato ed esplorò colline, buchi e montagne che in seguito avrebbe aggredito o aggirato. Entro la fine dell'anno, il tenente Sherman aveva visto più Georgia di quanto ne avesse avuto la stragrande maggioranza dei georgiani. La sua ricognizione, con 20 anni di anticipo, si sarebbe rivelata inestimabile e avrebbe contribuito direttamente alla caduta di Atlanta e alla Marcia verso il mare.



'Luminoso come il roveto ardente'

Anche come tenente dai piedi teneri, Sherman - chiamato Cump dai suoi amici e My Dear Cumpy dalla sua sorella adottiva e futura moglie, Ellen Ewing - fece un'impressione sorprendente. Secondo un osservatore, era alto, a baionetta e dritto come una freccia, con un completo di capelli rossi. Sherman si diplomò a West Point nella classe del 1840. Era uno studente eccellente ma un cadetto spettinato e dispettoso, accumulando 380 demeriti e classificandosi quasi l'ultimo della sua classe in condotta. La sua mancanza di saliva e lucidatura gli costò un'ambita nomina come ingegnere, e finì con una commissione di secondo luogotenente nella 3a artiglieria. Dopo due anni di servizio in Florida, negoziando e combattendo con Seminoles, il reggimento di Sherman fu trasferito a Fort Moultrie vicino a Charleston, S.C., alla fine del 1842.

Questa nuova postazione adiacente alla cosmopolita città portuale è stata un cambiamento drammatico e gradito rispetto ai serpenti a sonagli e agli alligatori della Florida centrale. Abbiamo qui un eccellente Garrison, scrisse Sherman a Ellen, con musica e compagnia, tutto ciò che ci lega così tanto alla vita dell'esercito…. Sherman contava tra i suoi amici nel piccolo avamposto i futuri generali della Guerra Civile John D. Reynolds, George H. Thomas e Braxton Bragg. Guardò dall'altra parte del porto mentre procedeva la costruzione di una nuova ridotta che si sarebbe chiamata Fort Sumter, e trascorse le serate in visita con il suo futuro difensore, Robert Anderson. Il capitano Erasmus D. Keyes, un altro futuro generale, pensò Sherman allora luminoso come il roveto ardente, descrivendolo in quel momento come magro e scarno, ma sano, allegro, loquace, attivo e comunicativo in misura straordinaria.



Durante l'autunno del 1843, dopo tre anni interi di servizio attivo, Sherman prese un congedo di tre mesi, trascorrendo la maggior parte del tempo a casa a Lancaster, nell'Ohio. Lasciò Lancaster il 20 novembre e iniziò un'odissea di un anno che lo avrebbe portato nel cuore della futura Confederazione. Ha viaggiato verso sud in barca - il suo primo viaggio lungo il fiume Mississippi - e lungo la strada ha visitato St. Louis, Memphis e New Orleans. È poi tornato a Charleston in treno, prima via Mobile e Montgomery, Ala., Poi attraverso la Georgia del sud fino a Savannah, arrivando lì, con un altro ironico scherzo del destino, la vigilia di Natale. Ventuno anni dopo avrebbe presentato la città di Savannah come regalo di Natale al presidente Abraham Lincoln.

'Sto andando in un paese selvaggio'

Sherman si era appena sistemato a Fort Moultrie quando gli fu affidato un nuovo incarico. Il 4 febbraio 1844, gli fu ordinato di riferire al colonnello Sylvester Churchill, ispettore generale dell'esercito, a Marietta, in Georgia, dove avrebbe aiutato a raccogliere prove e valutare dubbie richieste di risarcimento avanzate dai miliziani della Georgia che avevano prestato servizio durante la guerra in Florida. Il tenente stanco del viaggio, senza dubbio sollevato di essere tornato tra i suoi gentili amici a Charleston, si lamentò del suo nuovo incarico. Mi hanno ordinato di andare in Georgia e in Alabama, dove non si trova mai la religione eccetto le specie più rudimentali, disse a Ellen in una lettera l'8 febbraio, il suo 24 ° compleanno. Tuttavia, si è diretto verso il suo nuovo incarico con un certo entusiasmo, notando che il suo lavoro per il colonnello Churchill servirà a far avanzare il mio futuro e spero di assicurarmi la buona opinione di uno degli uomini più influenti del nostro esercito.

Sherman ha descritto la Georgia come un paese selvaggio e all'epoca era ampiamente corretto nella sua valutazione. Le mappe contemporanee mostravano ancora il quadrante nord-occidentale dello stato come una striscia di verde informe contrassegnata dagli indiani Cherokee, sebbene i Cherokee fossero stati per la maggior parte cacciati attraverso il Sentiero delle lacrime in seguito alla scoperta dell'oro nella Georgia settentrionale nel 1828. Se mai una maledizione potesse cadere su un popolo o una nazione per pura e pura malvagità nei confronti di una parte delle creature di Dio, ce lo meritiamo per non aver protetto i Cherokee che ultimamente hanno vissuto e cacciato in pace e in abbondanza attraverso le colline e nelle valli che si estendono dalla base di Kenesaw Mountain, Sherman scrisse in una lettera al fratello adottivo Hugh B. Ewing poco dopo il suo arrivo nel nord della Georgia.

La Georgia negli anni 1840 era un mosaico di piantagioni e lande selvagge aggrovigliate, il suo paesaggio ricoperto di campi ondulati di cotone, arachidi e grano tenuti da schiavi e centinaia di migliaia di acri di boschi poco esplorati e scarsamente abitati. Savannah, con una popolazione di circa 15.000 abitanti, era la città più grande della Georgia, ma altrove nello stato le città andavano dalla modesta capitale dello stato di Milledgeville, 7.000 abitanti, a una serie di insediamenti che erano poco più che villaggi di frontiera. Atlanta non esisteva ancora; la sua posizione futura era uno spazio vuoto tra le città di Decatur e Campbellton sulla maggior parte delle mappe. A parte la spedizione in entrata e in uscita dal porto di Savannah, c'era poco commercio oltre il livello locale.

A tempo debito la ferrovia avrebbe cambiato tutto ciò, le sue arterie pompavano linfa vitale industriale in gran parte dello stato. Quando Sherman tornò nel 1864, la Georgia avrebbe avuto una fiorente economia industriale ancorata attorno a depositi ferroviari, fabbriche, arsenali e porti di Atlanta, Augusta, Columbus e Savannah. Ma per ora, il sistema ferroviario dello Stato, come la sua industria, era di portata limitata e di qualità improvvisata, come avrebbe appreso il giovane luogotenente durante i suoi viaggi.

Il 15 febbraio 1844, Sherman attraversò la Georgia ad Augusta a bordo di un treno rumoroso e poi prese l'autobus postale per 88 miglia dalla città di Madison al suo posto di Marietta. La strada è dura tra qui e là, ha registrato, solo le mie ossa possono rispondere.

Sherman era estremamente attento durante i suoi viaggi, il suo diario rifletteva le qualità di un ingegnere, nonostante il suo incarico come artigliere. Ha anche mostrato segni della sua futura padronanza della logistica, annotando nel suo diario orari di partenza e di arrivo, tariffe di viaggio, prezzi e impressioni narrative del territorio e dei suoi paesi. Il paesaggio della Georgia, ha notato in una voce, presentava un netto contrasto con il pino sterile della Florida, invece essendo alto ondulato e coperto di alberi di ogni tipo, con predominanza di noce, quercia e castagno.

Sherman ha descritto le montagne e altre caratteristiche topografiche in dettaglio, stimando elevazioni specifiche e annotando le viste offerte. Ha anche esaminato da vicino il terreno caratteristico dello stato, che ha descritto come letti diluviali di argilla rossa mescolati con strati di selce e ciottoli di quarzo che giacciono su roccia primitiva….

'Ho svelato alcuni bei pezzi di furfanteria'

Marietta era una bella e giovane cittadina di circa 1.500 abitanti quando Sherman arrivò il 17 febbraio 1844. Era stata scelta sei anni prima dal colonnello Stephen H. Long, l'ingegnere capo della Western & Atlantic Railroad, come base delle operazioni per il rilevamento e lavori di costruzione ora in corso dal capolinea meridionale della strada a Marthasville verso nord attraverso le montagne a Chattanooga. Sherman ha riferito al colonnello Churchill, che ha descritto come un vecchio soldato laborioso, che sa tutto ciò che è accaduto dall'ultima guerra, e tuttavia non privo di divertimento, che ha trovato tollerabile il suo alloggio in una taverna vicino alla piazza della città, con stanza e tavola che costa $ 15 al mese.

Tre giorni dopo il suo arrivo, Sherman scrisse a casa per spiegare alla sua famiglia l'attività che aveva chiamato un ufficiale di artiglieria dalla Seaboard al selvaggio paese dei Cherokee in Georgia. L'indagine dell'esercito è nata dal dispiegamento nel 1837-38 di 1.500 volontari a cavallo dalla Georgia nordoccidentale per prendere parte alla seconda guerra di Seminole in Florida. Al loro ritorno, secondo Sherman, ogni uomo ha segnalato la perdita di uno o più cavalli del valore di $ 200 a $ 300. La molteplicità di queste affermazioni e le accuse esorbitanti per i pony Cherokee hanno indotto il Dipartimento della Guerra a rifiutare il pagamento di questi conti in assenza di prove sufficienti a sostenerli. Subito dopo essere arrivato a Marietta, Sherman iniziò a cercare di trovare prove - o stabilirne l'assenza - prendendo deposizioni individuali da questi ufficiali e uomini.

Sherman ha raggiunto un rapido verdetto sul carattere e sulla colpevolezza dei miliziani che ha esaminato. Riguardavano i mascalzoni del destino che si potevano trovare negli Stati Uniti, disse in una lettera a casa. Sherman non aveva mai letto la legge e non aveva esperienza né come revisore dei conti né come procuratore, ma il giovane ufficiale sicuro di sé non ebbe problemi né a identificare affermazioni infondate né a interrogare vigorosamente i ricorrenti disonesti. Anzi, lo considerava un lavoro facile. Abbiamo due impiegati che tengono tutti i libri e le carte, ha osservato. Tutto quello che devo fare è interrogare i ricorrenti per vedere se il vecchio cavallo (ucciso in Florida) non sta ancora lavorando nel suo campo di grano a casa. Abbiamo molte scene ricche e ho svelato alcuni bei pezzi di furfanteria per un popolo onesto e religioso.

'Avevo notato bene la topografia del paese'

La primavera arrivò presto nella Georgia settentrionale nel 1844 e Sherman approfittò del bel tempo per fare escursioni nel paese circostante. Andai ripetutamente alla Kenesaw Mountain, ricordò nelle sue memorie, e proprio sul terreno dove in seguito, nel 1864, ci furono delle dure battaglie. Nel suo diario, Sherman descrisse le belle e pacifiche vedute di Kennesaw, un nome derivato da una minacciosa parola indiana cherokee Gah-nee-sah, che significa cimitero o cimitero. Un'annotazione del diario racconta un'uscita domenicale pomeridiana che sembrerebbe un diversivo senza senso fino a quando non è stata emulata 20 anni dopo: domenica 3 marzo. Ancora a Marietta. Camminato in compagnia di un gentiluomo di Charleston di nome Barbour per visitare la Kenesaw Mountain, che è una vetta solitaria a circa 800 piedi sopra il paese circostante che offre una vista molto ampia di Marietta, Stone Mountain e il fiume Etowah. La giornata è stata straordinariamente bella, infatti tutta la primavera è stata anticipata, i pesco in piena fioritura e tutta la vegetazione anche in erba. Sembra la fine dell'inverno, ma una gelata tardiva potrebbe distruggere tutto.

Sherman avrebbe ben ricordato Kennesaw Mountain al suo ritorno. Nel maggio e giugno 1864, le forze confederate del generale Joseph E. Johnston fecero della montagna il fulcro della loro difesa, con Marietta, la Western & Atlantic Railroad e il fiume Chattahoochee alle loro spalle a sud e ad est. La descrizione del terreno da parte di Sherman nel suo rapporto sulla campagna di Atlanta riecheggiava il pomeriggio soleggiato trascorso al Kennesaw due decenni prima. Kenesaw, l'audace e sorprendente montagna gemella, giaceva davanti a noi, con un'alta catena di colline di castagni che si estendeva verso nord-est, terminando alla nostra vista in un altro picco chiamato Pine Mountain, e oltre, in lontananza, Lost Mountain, scrisse. Tutti questi, sebbene collegati in una catena continua, presentano un aspetto acuto e conico, prominente nel vasto paesaggio che si presenta da una qualsiasi delle colline che abbondano in quella regione. Il generale ha poi osservato, in un commento malinconico che sembra decisamente fuori luogo in un rapporto ufficiale: La scena era incantevole; troppo bello per essere disturbato dall'aspro clamore della guerra; ma il Chattahoochee si trovava oltre e dovevo raggiungerlo.

Sherman ha riconosciuto le altezze coniche a Kennesaw come una posizione dominante e la chiave per l'intero paese. Tuttavia, proprio come il suo caro amico tenente generale Ulysses S. Grant aveva fatto a Cold Harbor tre settimane prima, il 27 giugno 1864 ordinò uno sconsiderato assalto frontale alla posizione, che provocò 3.000 vittime. L'attacco è stato un raro passo falso in una campagna altrimenti brillante. La settimana successiva, Sherman spostò le sue forze verso sud attorno alla sinistra confederata, continuando le manovre di fiancheggiamento che aveva usato in modo così efficace all'inizio della campagna. Ha costretto Johnston ad abbandonare Kennesaw Mountain e Marietta e ripiegare oltre il fiume Chattahoochee. Sherman avrebbe stabilito il suo quartier generale nell'hotel Fletcher House a Marietta, a pochi metri dagli alloggi tollerabili di cui aveva goduto come tenente.

Ma in una bellissima giornata di inizio primavera due decenni prima, il tenente Sherman si è semplicemente goduto la vista a Kennesaw Mountain ed è tornato in quei quartieri, apparentemente in uno stato d'animo riflessivo e sentimentale. Il giorno successivo, il 4 marzo 1844, scrisse una lettera al suo patrigno, Thomas Ewing, e chiese la mano di Ellen in matrimonio. Riferendo l'evento con apparente rassegnazione nel suo diario, Sherman ha scritto: Il giorno prima, lunedì, ha inviato al signor E una lettera che risolverà il mio destino di scapolo in un modo o nell'altro.

Il 16 marzo, il tour di Sherman nella Georgia settentrionale è continuato, mentre il colonnello Churchill ei suoi subordinati si sono diretti verso la città di Bellefonte, nell'estremo angolo nord-est dell'Alabama, per continuare le indagini e la verifica di affermazioni dubbie. Sherman prese in prestito un cavallo da un collega tenente e fece una deviazione lungo la strada per visitare gli Etowah Indian Mounds vicino al fiume Etowah, stringendo un'amicizia con il proprietario della proprietà, il colonnello Lewis Tumlin, che sarebbe durata per anni. Fu durante questo viaggio laterale che Sherman, cavalcando lungo il grado incompiuto della Western & Atlantic Railroad, vide il terreno accidentato a Allatoona Pass, a un certo punto facendo uno schizzo topografico del terreno.

Le altezze rocciose qui hanno fatto un'impressione indelebile che sarebbe persistita negli anni e avrebbe portato direttamente alla decisione di Sherman nel 1864 di aggirare Allatoona in rotta verso Atlanta, costringendo Johnston a ripiegare dalla posizione di forza e consentendo all'Unione di prendere il controllo del passo. Come più tardi Sherman registrò nelle sue memorie: avevo percorso la distanza a cavallo e avevo notato bene la topografia del paese, specialmente quella su Kenesaw, Allatoona e il fiume Etowah ... Sapevo quindi che il passo di Allatoona era molto forte, sarebbe stato difficile forzare, e ha deciso nemmeno di provarci, ma di cambiare posizione, spostandosi da Kingston a Marietta via Dallas….

Il giovane tenente arrivò a Bellefonte, Alabama, allora una vivace città crocevia incuneata tra Mud Creek e il fiume Tennessee, all'inizio di aprile e continuò a raccogliere prove e testimonianze. Ancora una volta approfittando delle poche ore che aveva fuori dalla stanza delle deposizioni, Sherman visitò le montagne Lookout e Raccoon, tra gli altri futuri punti strategici.

Avendo visto gran parte della Georgia centrale e meridionale attraverso il finestrino di un vagone o di un pullman, Sherman coprì in sella una vasta quantità di territorio nel terzo settentrionale dello stato. In retrospettiva, le sue annotazioni del diario del 1844 e i suoi ricordi nelle sue memorie sembrano molto simili a una premonizione nord-sud dei punti chiave sulla sua famosa mappa della campagna del 1864. Torno al Sud a cavallo, da Rome, Allatoona, Marietta, Atlanta e Madison Georgia, scrisse in seguito, sebbene il riferimento ad Atlanta sia ovvio con il senno di poi, poiché il luogo del suo più grande trionfo non era ancora stato stabilito. Sherman si recò da solo ad Augusta, restituì il cavallo al suo compagno e salì su un treno per Charleston e la sua comoda sistemazione a Fort Moultrie. Al mio ritorno trovai pochi cambiamenti alla posta, rifletté in una lettera a casa, e dopo essere stato seduto per alcuni giorni nella mia vecchia poltrona, riuscivo a malapena a rendermi conto che ero stato via tra i barbari e i pagani, derubandoli del piacevoli sogni d'oro e d'argento per i loro poveri vecchi cavalli sacrificati a un governo ingrato.

' La conoscenza così acquisita mi è stata di utilità infinita '

La storia registra diversi casi in cui un importante comandante militare ha vissuto nella terra di un futuro nemico all'inizio della sua carriera: l'ammiraglio Isoroku Yamamoto, l'architetto dell'attacco giapponese a Pearl Harbor, studiò ad Harvard e lavorò a Washington, per citare un esempio moderno. . Ma il lungo incarico di Sherman in Georgia e la sua esplorazione dettagliata dello stesso terreno dove in seguito avrebbe diretto una campagna vitale è notevole e forse anche unico, e ha gettato le basi per le sue azioni future sotto molti aspetti. In primo luogo, i suoi incontri con miliziani senza scrupoli avrebbero plasmato le sue opinioni sulla cittadinanza della Georgia, che considerava, allora e in seguito, incivile, irreligiosa e barbara. Fino a quando non ripopoleremo la Georgia, è inutile occuparla, affermò in un telegramma dell'ottobre 1864 a Grant. In secondo luogo, il suo incarico in Georgia ha portato a cambiamenti significativi nella sua vita personale. Isolato dalla vita sociale e dal cameratismo fraterno di Fort Moultrie, fece il salto di fidanzarsi con Ellen e la sua esperienza come investigatore di sinistri lo convinse che forse, dopotutto, avrebbe potuto intraprendere quella che chiamava una vita civile al di fuori del Esercito.

Infine, cosa più importante, Sherman raccolse una grande quantità di conoscenza di prima mano dettagliata della geografia, delle strade, del sistema ferroviario in via di sviluppo e delle caratteristiche naturali della Georgia, e avrebbe fatto un uso quotidiano di queste informazioni durante il suo feroce viaggio attraverso lo stato nel 1864. Sembra impossibile per noi andare ovunque senza essere dove sono stato prima, Sherman scrisse a Ellen da Savannah il 5 gennaio 1865. La mia vita precedente dal 1840 al 1846 sembra provvidenziale, e ogni bit di conoscenza acquisita viene restituita, dieci volte. Sherman rifletté di nuovo su questa provvidenziale coincidenza nelle sue memorie: [B] y un semplice incidente fui messo in grado di attraversare a cavallo proprio il terreno dove negli anni successivi dovevo condurre vasti eserciti e combattere grandi battaglie, scrisse. Che la conoscenza così acquisita fosse di infinita utilità per me, e di conseguenza per il Governo, l'ho sempre sentito e affermato.

Oltre a raccontare questi sviluppi formativi nella sua vita, le prime lettere e le annotazioni del diario del tenente Sherman prefigurano anche la personalità dominante del maggiore generale a venire: non il brigadiere ombroso e incerto del 1861, ma il freddo, imperturbabile comandante del primo giornata a Shiloh, e la mente fiduciosa e determinata della campagna di Atlanta e della Marcia verso il mare. Walt Whitman avrebbe notoriamente descritto Sherman come un uomo muscoloso, muscoloso, con stile: un po 'di aria aperta austera inventata a immagine di un uomo. Dalle stanze di deposizione dell'ispettore generale alle terre selvagge della Georgia settentrionale, il diario e le lettere di Sherman del 1843-44 dipingono un'immagine di una versione più giovane dello stesso.

Diverse biografie di Sherman parlano della sua prima carriera militare in Florida, South Carolina e Georgia, in particolareSherman: la passione di un soldato per l'ordine, di John F. Marszalek eIl bianco Tecumseh, di Stanley P. Hirshon. La sua campagna del 1864 in Georgia è descritta in modo convincente inDecisione in Occidente: la campagna di Atlanta del 1864, di Albert Castel, e inMarciando attraverso la Georgia, di Lee Kennett. I diari originali di Sherman, compreso il volume dal novembre 1843 al marzo 1845 qui enfatizzato, sono conservati negli archivi della famiglia William T. Sherman presso gli archivi dell'Università di Notre Dame.

Pubblicato originariamente nel numero di agosto 2007 diCivil War Times.Per iscriverti, clicca qui.

Messaggi Popolari

Differenza tra presa in giro e bullismo

Uno degli argomenti più comuni discussi nelle scuole è il bullismo e le prese in giro. Bambini e giovani adulti spesso si prendono in giro e si prendono in giro in modo amichevole.

Differenza tra Vodafone e Orange

Gli operatori di telefonia mobile sono i leader indiscussi del settore delle telecomunicazioni. Con l'ascesa di venditori di telefoni cellulari come Samsung, Apple, Motorola, Nokia

Differenza tra glassa e glassa

Glassa contro glassa La maggior parte delle persone pensa che glassa e glassa siano due termini diversi usati per descrivere la stessa cosa. Negli Stati Uniti, ad esempio, molti usano l'estensione

Differenza tra ingegneria civile e architettura

Ingegneria civile vs architettura Potresti già avere un'idea del processo di progettazione e costruzione di edifici, palazzi e altri edifici; e

Differenza tra grizzly e orsi neri

Orsi grizzly vs orsi neri Due tipi di orsi che vengono spesso confusi sono gli orsi grizzly e neri. Naturalmente, la maggior parte delle persone probabilmente avrebbe un'idea che loro

Differenza tra acqua e vitamine liposolubili

Acqua vs Vitamine liposolubili Il nostro corpo ha bisogno di vitamine per rimanere sano e forte. Un corpo e una mente forti indicano che stiamo prendendo la quantità necessaria