Guerra del 1812: Detroit Showdown

Isaac Brock ha sfidato i suoi superiori a portare la battaglia agli americani. William Hull, nel frattempo, ha affrontato un ammutinamento: i suoi uomini pensavano che fosse debole e un ubriacone. (James Sharples Sr / Independence National Historical Park, Philadelphia)
Isaac Brock ha sfidato i suoi superiori a portare la battaglia agli americani. William Hull, nel frattempo, ha affrontato un ammutinamento: i suoi uomini pensavano che fosse debole e un ubriacone. (James Sharples Sr / Independence National Historical Park, Philadelphia)



IL 2 LUGLIO 1812, la golettaCuyahoga, una nave privata americana, salpò dal Lago Erie alla foce del fiume Detroit e oltre Fort Amherstburg, una roccaforte britannica sul lato canadese del fiume. Sconosciuti a bordo, gli Stati Uniti avevano formalmente dichiarato guerra alla Gran Bretagna. Ma gli inglesi ad Amherstburg lo sapevano. Presero la nave all'equipaggio sorpreso e furono ricompensati con documenti appartenenti al generale di brigata americano William Hull. Tra questi: la corrispondenza che descrive un'invasione del Canada.



La scena a Fort Detroit era 'come l'ingresso dell'inferno'

È stato un bel colpo. Nei giorni della guerra del 1812, i britannici mantennero i piani per un attacco americano chiave, completo di truppe e intuizioni sullo stato d'animo del comandante nemico. Armati di questi segreti, le giubbe rosse nelle prossime settimane avrebbero ribaltato la situazione sugli americani, lanciato la loro invasione e costretto a cedere l'unica città degli Stati Uniti a un esercito straniero.



Quando i leader americani dichiararono guerra alla Gran Bretagna il 18 giugno 1812, la descrissero come una seconda battaglia per la libertà. Il paese fu indignato dall'impressione dei marinai statunitensi al servizio della Royal Navy, per non parlare della collusione britannica con gli indiani per bloccare l'espansione americana in territori di frontiera come il Michigan e l'Indiana. Ma gli americani desideravano anche i ricchi terreni agricoli dei territori britannici a nord. La conquista del Canada è in vostro potere, il presidente della Camera Henry Clay del Kentucky aveva gridato ai suoi colleghi nel febbraio 1810, vantandosi che la sola milizia del suo stato era sufficiente per mettere Montreal e l'Alto Canada ai vostri piedi.

All'inizio della guerra, i piani di invasione americana avevano richiesto tre spinte, due da New York e un terzo dal Michigan, mirando alla provincia dell'Alto Canada, l'attuale Ontario. Ma quella strategia era più fattibile in teoria che in pratica. L'esercito degli Stati Uniti aveva solo 6.750 soldati. Ovunque da 500.000 a 700.000 miliziani potevano essere chiamati alle armi, ma molti, forse la maggior parte, erano scarsamente addestrati. Né si poteva contare su di loro per imbracciare le armi; alcuni, in particolare quelli del nordest che vivono pacificamente con i loro vicini oltre confine, hanno affermato che la Costituzione li obbliga a combattere solo in difesa dei loro stati d'origine.

L'invasione è stata anche ostacolata dai suoi leader. I due principali generali dell'esercito americano e i nove generali di brigata erano veterani della guerra rivoluzionaria, la maggior parte a causa dei loro ranghi alla politica o all'anzianità.



Il 59enne William Hull, autore delle lettere sulDi chi hoga, era un esempio calzante. Nato nel Connecticut e istruito a Yale, Hull aveva prestato servizio con distinzione durante la guerra rivoluzionaria, passando da capitano della milizia a tenente colonnello. Nominato governatore del territorio del Michigan nel 1805, Hull si era assicurato il Michigan sud-orientale per l'insediamento americano, gestendo i negoziati del Trattato di Detroit con varie tribù indiane.

Nell'aprile 1812, mentre incombeva la guerra con la Gran Bretagna, il presidente James Madison e il segretario alla guerra William Eustis diedero a Hull il comando dell'esercito nord-occidentale. Ma il generale non ha più una figura militare impressionante. A causa di un ictus subito l'anno prima, biascicava il suo discorso e ogni tanto sbavava. E, come i suoi uomini avrebbero imparato, era eccessivamente appassionato di bevande.

Tuttavia, a giugno, Eustis inviò truppe del 4 ° reggimento di fanteria degli Stati Uniti e tre reggimenti dell'Ohio per un totale di 1.200 miliziani a Hull per la proposta di invasione dell'Alto Canada. Hull dubitava che un'impresa del genere potesse avere successo senza il controllo navale del Lago Erie, ma spostò il suo esercito a nord dall'Ohio a Detroit per prepararsi all'attacco. Fu un'ardua marcia attraverso le paludi. Gli uomini litigarono e il morale crollò. Quando la forza raggiunse il lago Erie, Hull, sperando di accelerare le cose, assunse gli sfortunatiCuyahogaper traghettare rifornimenti a Detroit, comprese le sue carte personali, che documentavano non solo i piani di invasione, ma anche le dispute tra le sue fila. Solo il giorno successivo ricevette la notizia da Washington che la guerra era iniziata.

L'ESERCITO DELLO SCAFO HA RAGGIUNTO DETROIT alla fine di giugno. Gli ordini di lanciare l'invasione arrivarono il 9 luglio. Tre giorni dopo, attraversò il fiume Detroit entrando in Canada con 400 regolari e 800 miliziani e occupò Sandwich (ora Windsor, Ontario) senza opposizione. Emettendo un proclama che lo ritraeva come un liberatore, il generale ha assicurato protezione ai canadesi, ma ha promesso di portare gli orrori e le calamità della guerra a coloro che gli hanno resistito.

Sebbene Hull avesse finora convinto la maggior parte delle tribù indiane a restare fuori dal combattimento, ha avvertito: [Se] i selvaggi verranno lasciati liberi di uccidere i nostri cittadini e massacrare le nostre donne e i nostri bambini, questa guerra sarà una guerra di sterminio. Ha aggiunto che nessun uomo bianco che combatte al fianco di un indiano sarebbe stato fatto prigioniero. La distruzione istantanea sarà il suo destino.

A trenta miglia a sud di Sandwich c'era Amherstburg, un premio pronto per essere conquistato. Le forze americane erano più numerose di quelle britanniche di circa due a uno. Hull avrebbe potuto facilmente conquistare il forte se fosse stato rapido e deciso. Ma non era né l'uno né l'altro; scelse di ritardare qualsiasi avanzamento fino all'arrivo di cannoni da 24 libbre e mortai pesanti per ridurre le difese di Amherstburg. Invece di avere un comandante energico, abbiamo un vecchio debole, si è lamentato il colonnello Lewis Cass della milizia dell'Ohio.

Le forze di Hull riuscirono a infliggere le prime vittime della guerra agli inglesi; il 16 luglio, una sonda inviata da Sandwich ha scambiato colpi con le guardie britanniche sulla strada per Amherstburg, ferendo mortalmente James Hancock del 41 ° reggimento di fanteria e catturando John Dean, un soldato gravemente ferito. Ma per la maggior parte del mese, Hull avrebbe aspettato, l'invasione sospesa.

IL MAGGIORE GENERALE ISAAC BROCK, amministratore principale del Canada superiore, fu accusato di aver fermato Hull. Dal suo quartier generale a Niagara-on-the-Lake, un paio di centinaia di miglia a est di Detroit, Brock poteva vedere che la sua situazione era tenue. Gli inglesi in Canada avevano solo un piccolo nucleo di regolari, con la difesa dell'Alto Canada assegnata a 300 giubbe rosse del 41 ° piede, un distaccamento di Royal Artillery e Royal Newfoundland Fencibles. Queste truppe erano integrate da milizie provinciali, ma la retribuzione incoerente e la preoccupazione per le loro fattorie le rendevano inaffidabili e persino ribelli. Né Brock era sicuro che gli indiani, alleati di lunga data degli inglesi, si sarebbero uniti alla battaglia.

Ma Brock, un veterano della guerra napoleonica di 43 anni, era per natura un uomo d'azione, l'esatto contrario di Hull. Mentre i suoi superiori lo esortavano a prendere un approccio difensivo, il generale voleva passare all'offensiva. La maggior parte delle persone ha perso ogni fiducia, ha riferito. Tuttavia parlo ad alta voce e sembro grande.

Subito dopo l'inizio della guerra, Brock aveva messo in moto un assalto al forte americano sull'isola di Mackinac, un posto strategico centinaia di miglia a nord che proteggeva lo stretto tra il Lago Michigan e il Lago Huron. Il 17 luglio, una forza di 45 giubbe rosse, 150 commercianti di pellicce e 400 indiani reclutati da diverse tribù sequestrarono Fort Mackinac quasi senza sforzo da una guarnigione americana ancora ignara che la guerra fosse iniziata. La vittoria diede agli inglesi una nuova base avanzata, ma ancora più importante, convinse la tribù Wyandot a impegnarsi a combattere con gli inglesi.

Fare clic per visualizzare War of 1812 Gallery Extra

Ora, con Hull che minacciava Amherstburg, Brock non aveva intenzione di fare marcia indietro. In una sua proclamazione, ha condannato la dichiarazione di guerra non provocata degli americani e ha invitato i proprietari del Canada settentrionale a mantenere il loro giuramento al re e al paese. Corteggiando gli indiani, difese il diritto delle coraggiose bande di indigeni di unirsi alla battaglia. Mentre Hull si era riferito agli indiani come selvaggi, la sua controparte britannica sosteneva esplicitamente: sono uomini e hanno gli stessi diritti di tutti gli altri uomini per difendere se stessi e le loro proprietà.

Brock si è anche presentato all'Assemblea Generale dell'Alto Canada e ha ottenuto l'autorizzazione a dichiarare la legge marziale e i fondi per pagare la milizia. Il 6 agosto, partì in barca sul Lago Erie, dirigendosi a ovest verso Amherstburg con 250 miliziani e 50 soldati del 41 °.

Hull, nel frattempo, continuava a tremare. La guarnigione sconfitta e rilasciata sulla parola di Fort Mackinac è ​​arrivata a Detroit in goletta il 2 agosto, dando a Hull un motivo in più per fermarsi. La perdita, scrisse a Washington, aprì l'alveare settentrionale degli indiani che sciamavano in ogni direzione. Anche se Cass e altri ufficiali della milizia dell'Ohio lo hanno esortato ad avanzare, ha invece supplicato per ulteriori rifornimenti.

Anche questa decisione fallì. Con il treno di rifornimento in viaggio, ha inviato 200 miliziani dell'Ohio per scortarlo a Detroit. Tre miglia a nord del villaggio Wyandot di Brownstown, il distaccamento cadde in un'imboscata di 24 indiani, inclusi Wyandots e il leader Shawnee Tecumseh. Gli uomini furono presi dal panico e fuggirono, e quando gli indiani finalmente interruppero la loro ricerca, 18 Ohioans erano morti, 12 feriti e 70 dispersi.

Era il 5 agosto. Lo stesso giorno Hull annunciò che avrebbe assalito Amherstburg, ma cambiò rapidamente idea quando seppe che il generale Brock stava arrivando a ovest. E l'8 agosto, Hull, abbandonando l'attesissima invasione, iniziò un ritiro sul lato americano del fiume Detroit. Ha persino proposto di rinunciare a Detroit e di tornare a sud, più vicino a basi di rifornimento e rinforzi, ma gli ufficiali della milizia dell'Ohio hanno respinto l'idea.

Sebbene l'invasione del Canada di Hull fosse sostanzialmente finita, riuscì a segnare un'altra vittoria, anche se nel Michigan. Mentre le sue forze si ritiravano a Detroit, inviò un altro gruppo a scortare il previsto treno di rifornimenti. Il 9 agosto, i 280 regolari e 330 miliziani dell'Ohio guidati dal tenente colonnello James Miller furono affrontati a sud di Detroit, vicino al villaggio di Maguaga, da 150 soldati del 41 ° reggimento e miliziani canadesi, oltre a 65 Potawatomis. Le cose andarono male per le giubbe rosse. Ben addestrati ma privi di esperienza di combattimento, scambiarono il movimento nei boschi come un tentativo di fiancheggiamento americano e scambiarono colpi con i loro alleati indiani. Sebbene il loro comandante avesse ordinato una carica, gli uomini interpretarono male il richiamo di una tromba e si ritirarono.

Ciò ha lasciato gli americani vincitori tattici della prima battaglia terrestre campale della guerra. Ma Miller, preoccupato per un'imboscata indiana e incerto su ciò che lo aspettava, mantenne le sue truppe sul posto per due giorni, quindi si ritirò a Detroit.

IL 13 AGOSTO, il generale Brock e i suoi rinforzi arrivarono a Fort Amherstburg. Incontrando Tecumseh, rimase impressionato dal leader Shawnee, notando che un guerriero più sagace o galante, credo, non esiste. Da parte sua, Tecumseh fece un gesto verso Brock ed esclamò ai suoi coraggiosi: Questo è un uomo!

Tecumseh ha mostrato la corrispondenza di Brock recuperata dopo la scaramuccia di Brownstown che, aggiunta alCuyahogadocumenti, confermarono i sospetti di Brock che Hull fosse un traballante comandante alla guida di un esercito lacerato dal dissenso. La mattina del 15 agosto, Brock guidò 300 regolari e 400 miliziani fuori da Amherstburg mentre i Royal Engineers stabilirono una batteria di tre cannoni e due mortai sulla riva del fiume di fronte a Detroit. Brock ha quindi inviato a Hull un messaggio chiedendo di arrendersi e avvertendo: è lontano dalla mia intenzione di unirmi a una guerra di sterminio, ma devi essere consapevole che il numeroso corpo di indiani che si sono attaccati alle mie truppe sarà fuori controllo nel momento in cui il inizia il concorso. Quando Hull rifiutò, l'artiglieria britannica iniziò a bombardare il forte.

Hull non era ansioso di questa battaglia. Alcuni dei suoi miliziani del Michigan avevano disertato e aveva scoperto che Cass e altri della milizia dell'Ohio stavano cospirando per rimuoverlo dal comando. Piuttosto che affrontarli e rischiare un ammutinamento, aveva inviato 350 degli Ohioesi a sud per incontrare un altro treno di rifornimenti. Terrorizzato da ciò che gli indiani avrebbero potuto fare ai civili residenti di Detroit, inclusi sua figlia e i suoi figli, trasferì tutte le donne e i bambini in una cantina in un frutteto.

Nella notte tra il 15 e il 16 agosto, circa 600 indiani guidati da Tecumseh attraversarono il fiume e iniziarono a girare intorno a Fort Detroit, entrando e uscendo dalla linea di legno per far sembrare la loro forza più grande. La mattina del 16, Brock sbarcò a sud di Detroit, nella città di Spring Wells, con più di 700 soldati, inclusi circa 300 miliziani che indossavano tuniche rosse smontate per assomigliare ai clienti abituali del 41 °. Hull, a suo merito, aveva previsto questa mossa. Aveva assegnato il capitano Josiah Snelling Jr. a Spring Wells con un pezzo di artiglieria e l'ordine di ritirarsi solo se costretto da una forza schiacciante. Snelling, tuttavia, si era ritirato inspiegabilmente e Brock era atterrato incontrastato.

Gli inglesi avevano sperato di tagliare Detroit fuori dalla sua rotta di rifornimento e di richiamare le truppe di Hull per una battaglia fuori dal forte. Ma quando i suoi esploratori segnalarono i miliziani dell'Ohio a sud - gli uomini che Hull aveva inviato per scortare il treno di rifornimenti - Brock decise di risolvere la questione molto prima. Conducendo le sue truppe al forte, le allineò con una distanza doppia rispetto alla normale per suggerire una forza maggiore. I guerrieri indiani erano dipinti per la guerra e fatti per uno spettacolo spaventoso. Era come l'ingresso all'Inferno, scrisse un osservatore, con i cancelli spalancati per far uscire i dannati per un'ora di ricreazione sulla terra.

Quando Brock e le sue truppe arrivarono al cancello del forte, lo trovarono sorvegliato da due cannoni da 24 libbre. Ma con disappunto dei cannonieri, Hull ordinò loro di trattenere il fuoco. Per tutto questo tempo, il generale era stato a cuocere in un rifugio, al riparo dal fuoco. Gli ufficiali in seguito hanno detto che beveva molto. Certamente ha sovrastimato i numeri britannici e indiani; contando gli Ohioani alle retrovie britanniche, comandava ancora quasi il doppio dei 1.330 uomini che Brock aveva.

Indipendentemente da ciò, fece alzare una tovaglia bianca in segno di tregua e mandò degli ufficiali ad accettare i migliori termini che si potevano ottenere. Dopo un'ora di colloquio, Hull si arrese a Detroit e ai 2.188 uomini del suo comando, oltre a 39 cannoni da trasporto, 15 cannoni a parete, 2.500 moschetti e 500 fucili con pallini, polvere e pietre focaie. Denaro, pellicce e altri bottini del valore di $ 200.000 furono distribuiti tra i vincitori.

AVENDO OTTENUTO IN QUATTRO GIORNI quello che Hull non era riuscito a fare in un mese, Brock ha rilasciato la parola ai 1.600 miliziani. Hull ei suoi 582 clienti abituali furono condotti a est verso Quebec City. Brock, nominato cavaliere per il suo successo, non ha avuto molto tempo per assaporare la vittoria: l'audacia che lo ha portato al trionfo a Detroit gli avrebbe fatto guadagnare una pallottola nel cuore mentre guidava una carica nella battaglia di Queenston Heights del 13 ottobre, vicino alle cascate del Niagara.

Alla fine, rilasciato sulla parola, William Hull tornò in disgrazia. Sostenendo che si era arreso per risparmiare donne e bambini da un brutale massacro indiano, ha presentato una petizione per una corte marziale, sperando di riabilitare il suo nome. Ma la colpa del disastro era già sulle sue spalle. Quando convocato il 3 gennaio 1814, il processo si dimostrò un caso di attenzione a ciò che desideri, poiché Hull fu accusato di tradimento, codardia, negligenza del dovere e condotta non ufficiale. Denunciato dai suoi ufficiali nella loro testimonianza, è stato condannato per tutte le accuse tranne il tradimento, che il tribunale ha ritirato in quanto al di fuori della sua giurisdizione. In effetti, il caso contro Hull è stato così travolgente che è stato condannato a morte - l'unica volta nella storia americana un generale ha affrontato la pena di morte. Hull è stato risparmiato solo quando il presidente Madison, pur approvando la sentenza del tribunale, ha sospeso la sua esecuzione. Nei successivi 10 anni Hull scrisse due libri per spiegare le sue azioni. Morì a Newton, Massachusetts, il 29 novembre 1825.

Un ironico colpo di scena salvò il nome Hull dall'essere associato per sempre solo a battaglie pasticciate nella guerra del 1812. Solo tre giorni dopo la capitolazione di William Hull a Detroit, suo nipote, il capitano Isaac Hull, guidò la fregataCostituzionea una clamorosa vittoria sulla fregata britannicaGuerrieroin un trionfo distintivo per la neonata Marina degli Stati Uniti.

Jon Guttmanè il direttore della ricerca perMHQe altre pubblicazioni del World History Group, nonché l'autore diSfida in maree più di 25 libri sulla storia dell'aviazione militare.

Fare clic per altro da MHQ!
Fare clic per altro da MHQ!

Messaggi Popolari

Differenza tra VLAN e LAN

VLAN vs LAN VLAN e LAN sono due termini usati frequentemente nel campo del networking. 'LAN' è abbreviato in 'Local Area Network' è una rete di computer a cui a

Differenza tra paterno e materno

Paterno vs materno La parola 'paterno' deriva dalla parola latina 'pater' che significa 'padre'. Il suffisso 'al' significherebbe quindi 'pertinente a'. Quindi la parola

Differenza tra hosting dedicato e hosting condiviso

Quindi ora che sei pronto per rendere il tuo sito web presentabile al mondo e hai già finalizzato il nome di dominio o il tuo sito web, è il momento di scegliere

Differenze tra un ovulo e un seme

L'ovulo e il seme sono studiati sotto il ramo della biologia denominato botanica. L'ovulo è il gametofito femminile che dopo la fecondazione si trasforma

Differenza tra relazioni e funzioni

Relazioni e funzioni In matematica, le relazioni e le funzioni includono la relazione tra due oggetti in un certo ordine. Entrambi sono diversi. Prendi per

Differenza tra popcorn bianchi e gialli

Popcorn bianco vs giallo Il popcorn è uno spuntino popolare tra molte persone. Per questo motivo, ora è disponibile in una varietà di scelte, ovvero: bianco, blu, giallo, nero,